Ancelotti punta alla vittoria contro il Benfica

Adriano Galliani, Fabio Capello, RonaldoDomani importante partita contro il Benfica per il Milan. Ancelotti punta a vincere e a qualificarsi con un turno in anticipo. E intanto Ronaldo parla con Fabio Capello.

Il Milan punta decisamente a mantenere il primo posto nel girone in modo da togliersi i pensieri della Champions e dedicarsi totalmente con la mente alla Coppa del Mondo per Club in programma da dicembre in Giappone.

Torna Clarence Seedorf che in questi giorni è mancato nelle file della squadra e probabilmente verrà schierato a fianco a Kakà. Ronaldo partirà dalla panchina.

Il Fenomeno si è intrattenuto con Fabio Capello, suo allenatore al Real Madrid, con cui si erano creati delle incomprensioni e delle liti che ora sembrano sorpassate.

"Non abbiamo paura di nessuno, ma il Benfica merita rispetto. Spero vada tutto bene, non sono al meglio della forma ma comunque sto bene, sappiamo che non sarà una partita facile ma puntiamo a vincere. Speriamo di riuscirci".



Gli fa eco Carlo Ancelotti:

"È una partita importante per tutte e due le squadre anche se il Benfica ha qualche esigenza di classifica in più. Noi vogliamo vincere, per mettere in cantiere la qualificazione, ma può essere utile anche il risultato di parità. In questo ciclo di impegni, noi affrontiamo le partite di volta in volta, sono tutte gare importanti ma abbiamo a disposizione quasi tutta la rosa per poter gestire queste gare". [...]

Ancelotti non sottovaluta i campioni portoghesi e mette in guardia i giocatori:

"Sarà sicuramente una gara diversa dall'andata. Troveremo un Benfica più voglioso e coraggioso rispetto a quello visto a San Siro. Il Benfica è forte in attacco, per cui i pericoli per noi arriveranno da lì. Nelle due ultime gare in trasferta, a Donetsk e a Cagliari, abbiamo vinto e vogliamo continuare".

E infine:

"Dovremo cercare di imporre il nostro gioco e trovare spazi. Se dovessimo arrivare primi nel girone - ha concluso Ancelotti - avremmo due vantaggi: il primo sarebbe giocare la seconda partita degli ottavi, quella di ritorno, in casa. E poi avremmo anche un turno più agevole".

  • shares
  • Mail