Vita da terzo portiere: la Juve ha scelto Rubinho, Leali al Lanciano

Strana la vita un terzo portiere. Già andare a fare il secondo è una scelta difficile per non dire coraggiosa: si vede poco il campo ma tra Coppa Italia, qualche acciacco del collega titolare e una squalifica per un rosso, alla fine il numero 12 di una squadra è sempre sulla corda. Quest'anno con l'allungamento delle panchine a 11 unità la riserva del portiere di riserva potrà per lo meno respirare l'aria dello spogliatoio e del campo da gioco, ma di piazzarsi tra i pali proprio non se ne parla. Eppure c'è chi accetta questo compromesso, e la fedeltà alla causa di questi intrepidi calciatori alla fine viene ripagata.

Due esempi su tutti: Paolo Orlandoni ha fatto "il terzo" all'Inter per sette stagioni giocando in tutto sei partite ufficiali (con 7 gol subiti) e da quest'anno allena i portieri della Primavera; Valerio Fiori ha passato nove anni in tribuna al Milan (in tutto 2 presenze e 4 gol subiti) ma oggi è insieme a Landucci il preparatore dei portieri rossoneri. Le squadre puntano solitamente su estremi difensori di una certa età (come Colombo al Napoli) o su giovanissimi che passano l'anno a prendere appunti (come Gabriel al Milan quest'anno dopo l'addio di Roma): la Juve, svincolatosi Manninger, ha scelto il brasiliano Rubinho per difendere la propria porta nell'eventualità di un doppio forfait di Buffon e Storari.

Portiere brasiliano (ma dotato di passaporto italiano) e fratello dell'ex centrocampista dell'Inter Ze Elias, Rubinho ha giocato in Italia con Genoa, Palermo, Livorno e Torino, prima di rimanere senza squadra. In estate si è proposto al Varese che però ha preferito non metterlo sotto contratto, alla fine è arrivata per lui la chiamata della Juventus: pochi fronzoli, sarà il terzo portiere e ha firmato un contratto della durata di un anno. Questa operazione, facile di per sé, ha finalmente sbloccato la situazione del portiere del futuro juventino: Nicola Leali scalda i guantoni e dopo aver passato un mese a fare il terzo portiere in bianconero, è da oggi un nuovo giocatore del Lanciano, in Serie B, dove approda con la formula del prestito secco.

Foto | © TMNews

  • shares
  • Mail