Torino – Roma 0-0: I Giallorossi fermati ancora, la vetta si allontana

Spalletti l’aveva detto: “bisogna credere nella possibilità dell’aggancio all’Inter“, ogni altro tipo di atteggiamento sarebbe controproducente. I suoi giocatori a Torino non hanno risposto come avrebbero dovuto dimostrando di non crederci poi tanto o più probabilmente di non averne veramente la forza. (Fotogallery – Video) La trasferta di Torino si tramuta in un’altra implicita ammissione

di


Spalletti l’aveva detto: “bisogna credere nella possibilità dell’aggancio all’Inter“, ogni altro tipo di atteggiamento sarebbe controproducente. I suoi giocatori a Torino non hanno risposto come avrebbero dovuto dimostrando di non crederci poi tanto o più probabilmente di non averne veramente la forza. (FotogalleryVideo)

La trasferta di Torino si tramuta in un’altra implicita ammissione di una verità che traspariva già nello sguardo un po’ rabbioso e un po’ rassegnato del suo allenatore: no, la Roma non può tenere il passo dell’Inter. Almeno, non può farlo giocando così, quando Totti non c’è oppure è a mezzo servizio per via di un dolore mai del tutto sopito. Il Toro visto nella partita di ieri sembra assomigliare di più a quello dello slogan della campagna abbonamenti lanciata dal Presidente Cairo, quel “Quest’anno ci divertiamo” che suona quasi come una beffa per i tifosi granata dopo l’avvio di stagione.

Stavolta il Torino gioca bene, benissimo, schiaccia la Roma nella sua metà campo e costruisce un numero impressionante di palle gol, nessuna sfruttata grazie ad errori incredibili delle sue punte e una grossa dose di sfortuna che producono un palo ed una traversa colpita. Una maledizione, quella dei gol mancati e della serie di pareggi, che condanna questo Torino a -5 rispetto alla quota raggiunta nello stesso momento dalla tanto contestata gestione di Zaccheroni. La Roma dal canto suo esce con le ossa rotte dall’Olimpico e il punto conquistato sembra quasi un regalo vista la sofferenza dei 90 minuti.

In realtà, proprio nel finale, il fallo su Vucinic avrebbe meritato l’assegnazione del calcio di rigore, ma il brutto gioco e la sofferenza della Roma soffocano le recriminazioni di quanti vedono nella concomitanza di episodi arbitrali sfavorevoli delle ultime giornate le ragioni dell’aumentato divario nei confronti dell’Inter.

Quando anche l’allenatore arriva a dichiarare nel post-partita: “Il rigore c’era ma non avremmo meritato la vittoria” i giocatori, l’ambiente e la società, devono fare un passo indietro, riflettere sugli errori fatti e puntare ad una ricostruzione fisica e psicologica che può arrivare grazie alla lunga pausa natalizia che seguirà l’ultima partita in casa con la Sampdoria, assolutamente da vincere.

Chissà che sotto l’albero la Roma non trovi anche una prima punta “pura” di scorta da utilizzare nei momenti bui dello spumeggiante gioco di Spalletti.

La Galleria Fotografica di Torino – Roma 0-0

La Galleria Fotografica di Torino - Roma 0-0

La Galleria Fotografica di Torino - Roma 0-0
La Galleria Fotografica di Torino - Roma 0-0
La Galleria Fotografica di Torino - Roma 0-0
La Galleria Fotografica di Torino - Roma 0-0
La Galleria Fotografica di Torino - Roma 0-0
La Galleria Fotografica di Torino - Roma 0-0
La Galleria Fotografica di Torino - Roma 0-0
La Galleria Fotografica di Torino - Roma 0-0
La Galleria Fotografica di Torino - Roma 0-0

I Video di Calcioblog