Ronaldinho rivela: “Incontro con emissari del Milan”

Il trasferimento del fenomeno brasiliano Ronaldinho al Milan? Ora si fa sul serio. Lo stesso Ronaldinho ha ammesso agli organizzatori di una partita di beneficienza giocata in Argentina di non potersi trattenere oltre per via di un incontro fissato a Porto Alegre, la sua città natale, con emissari della società rossonera.Non passa giorno che da

di


Il trasferimento del fenomeno brasiliano Ronaldinho al Milan? Ora si fa sul serio. Lo stesso Ronaldinho ha ammesso agli organizzatori di una partita di beneficienza giocata in Argentina di non potersi trattenere oltre per via di un incontro fissato a Porto Alegre, la sua città natale, con emissari della società rossonera.

Non passa giorno che da Barcellona non giungano notizie su nuovi screzi più o meno gravi con il suo allenatore Rijkaard, l’insoddisfazione di Dinho è palpabile e il suo apporto al Barca non è straordinario. Un esempio? Il Superclasico giocato prima della pausa natalizia, vinto dal Real Madrid al Camp Nou. Lionel Messi, il nuovo idolo dei tifosi era fuori per infortunio, Ronaldinho invece in campo c’era, ma non ha inciso.

In Catalogna il dubbio che l’asso brasiliano così discontinuo ed insoddisfatto non valga l’investimento necessario per tenerlo in rosa (con ingaggio dall’anno prossimo privo di tassazione “agevolata”) si fa sempre più strada, soprattutto ora che il Milan sembra aver iniziato a stringere le fila per regalarsi il lusso di accrescere la colonia “verdeoro” in rossonero o almeno mantenerla sullo stesso livello vista la possibile partenza di Ronaldo con destinazione Flamengo.

Galliani e Braida stanno facendo ancora affidamento su un mediatore che conosce il calcio spagnolo e ha già permesso l’arrivo di Pato in agosto, quell’Ernesto Bronzetti che nei mesi scorsi non ha mai smesso di prevedere l’arrivo di Ronaldinho al Milan.

C’è naturalmente da vincere la concorrenza forte del Chelsea, ma ora che la notizia dell’incontro di Porto Alegre è trapelata i tifosi rossoneri possono sognare un arrivo anticipato, proprio nel mercato di Gennaio che si aprirà fra pochi giorni.