Squalifica a Zalayeta: ricorso con prove d’innocenza?

Abbiamo già riferito della squalifica per due turni a Zalayeta e avevamo anche detto che sarebbe stato molto difficile per lui saltarle visto che si era già reso protagonista qualche mese fa di un’ulteriore simulazione ed era stato scagionato all’ultimo minuto. Ora salta fuori una prova che potrebbe nuovamente salvare il giocatore del Napoli, un

Abbiamo già riferito della squalifica per due turni a Zalayeta e avevamo anche detto che sarebbe stato molto difficile per lui saltarle visto che si era già reso protagonista qualche mese fa di un’ulteriore simulazione ed era stato scagionato all’ultimo minuto. Ora salta fuori una prova che potrebbe nuovamente salvare il giocatore del Napoli, un filmato sul web. (Clicca qui per il video)

Squalificato Zalayeta per due turni? Non è detto, quantomeno se il Napoli presenterà ricorso dopo che su YouTube sarebbero apparse delle immagini che scagionerebbero El Panteron. Il filmato farebbe vedere un contatto tra Matteo Sereni, il portiere granata e l’attaccante partenopeo: se fosse confermato quindi non si tratterebbe di simulazione e dovrebbe essere annullata la squalifica comminata dal Giudice Sportivo.

Secondo il filmato, l’uruguayano verrebbe trattenuto ai piedi da Sereni. Il Napoli calcio non ha ancora preso una decisione se fare reclamo o meno e d’altronde non sarebbe neppure la prima volta in cui la società si oppone alle decisioni di Tosel; accadde la stessa cosa anche per quanto concerne la partita Napoli-Juventus, il cui ricorso fece ottenere uno sconto sulle giornate di squalifica.

Il commento ufficiale del legale partenopeo Mattia Grassani cita testualmente:

La società sta valutando se presentare o meno reclamo ma ritengo che al momento le cose siano premature. Il video su internet, paragonandolo a quello relativo alla gara con la Juventus, è diverso perché il punto focale è solo incentrato su un contatto tra la punta del piede destro di Zalayeta e le braccia protese del portiere del Torino, Sereni. Certo è che il tempo a nostra disposizione potrà consentirci maggiori riflessioni e serenità. Ci sono analogie ma non assoluta identità. Al momento, comunque, la scelta è quella di non fare reclamo“.

Attendiamo di conoscere la decisione finale. Se venisse accolto il ricorso, sarebbe la seconda volta in cui Zalayeta vedrebbe annullata una squalifica nei propri confronti.