Inter maglia nera nei conti: “rosso” di 206 milioni

Secondo un’inchiesta pubblicata oggi dal quotidiano Repubblica, sarebbe ancora l’Inter la regina della poco invidiabile classifica dei bilanci in rosso delle società di calcio italiane. Se infatti, la situazione generale da qualche anno migliora, i nerazzuri appaiono in controtendenza, anche a causa degli effetti provocati dall’addio allo “spalmadebiti”, tanto da aver costretto il presidente Massimo

Secondo un’inchiesta pubblicata oggi dal quotidiano Repubblica, sarebbe ancora l’Inter la regina della poco invidiabile classifica dei bilanci in rosso delle società di calcio italiane.

Se infatti, la situazione generale da qualche anno migliora, i nerazzuri appaiono in controtendenza, anche a causa degli effetti provocati dall’addio allo “spalmadebiti”, tanto da aver costretto il presidente Massimo Moratti a staccare l’ennesimo assegno, questa volta da 105 milioni di euro, per tenere in piedi il club.

Vanno invece meglio le cose per le altre “big” del calcio italiano.
La Juventus, dopo la pesante perdita dello scorso anno, causata dalla retrocessione in Serie B che ha fatto seguito alle vicende di Calciopoli, presenta un bilancio sostanzialmente in pareggio.

Milan, Roma e Lazio (anche grazie alla rateizzazione ottenuta da Lotito per quanto riguarda i debiti col fisco) risultano addirittura in attivo di una manciata di milioni di euro.

Inter prima in classifica anche per i costi, in particolare quelli relativi agli ingaggi dei giocatori, mentre è il Milan la squadra più “ricca”, grazie ai maggiori incassi nei diritti tv e alla vittoria in Champions League.

La tabella con costi e ricavi delle maggiori cinque società:

I Video di Calcioblog