Calciomercato 2012, i colpi delle big: chi è la regina dell'estate?

Il mercato, che abbiamo seguito con una lunga diretta, si è appena chiuso. Gli ultimi minuti sono stati frenetici come al solito con gli operatori indaffarati a consegnare gli ultimi contratti fino allo scadere ufficiale del tempo. Alla fine di colpi importanti ce ne sono stati pochi e hanno riguardato per lo più attaccanti che hanno cambiato maglia. Toni è tornato alla Fiorentina, Gilardino avrà sempre una maglia rossoblu ma passa dal Genoa al Bologna, al suo posto in Liguria torna Borriello. La Juventus ha ufficializzato Bendtner, ma che sarebbe arrivata si sapeva già da ieri. (Acquisti e cessioni del calciomercato 2012)

Analizziamo il mercato delle sei big cercando di dare un voto, poi con un sondaggio eleggiamo la regina di questa estate di affari presunti o reali. Poi ci tufferemo totalmente nella nuova stagione di cui già abbiamo avuto un assaggio con la prima giornata di campionato. Facciamo quindi i conti in tasca alle milanesi, Inter e Milan, alla Juventus, alle due romane, Lazio e Roma, e al Napoli.

INTER Voto: 7.5

L'estate nerazzurra è stata caratterizzata dall'addio di alcune bandiere, protagonisti delle ultime trionfali stagioni. Sono andati via Julio Cesar, che ieri ha salutato tutti con un commovente discorso, Maicon, che riabbraccia Mancini a Manchester, e Lucio, per lui ora c'è la Juve. Il colombiano Cordoba ha invece chiuso la carriera. Via dalla Pinetina, non senza polemiche, anche Pazzini che si è trasferito sull'altra sponda dei Navigli, mentre Zarate è tornato alla Lazio.

Il mercato in entrata ha portato Palacio, l'argentino ha già dimostrato di valere una big e ha iniziato subito ad essere determinante. Dal Milan è arrivato Antonio Cassano, un'operazione non semplice da valutare, riuscirà il barese a dare quel pizzico di genialità per essere determinante nel corso della stagione? Il centrocampo si è rinforzato con gli innesti di Gargano, Pereira e Mudingayi. Tra i pali è stato scelto come erede di Julio Cesar lo sloveno Handanovic, per molti uno dei migliori portieri al mondo.
Per essere un mercato al risparmio c'è da dire che l'Inter non si poi contenuta più di tanto, ha perso elementi importanti ma ha saputo comunque consegnare nelle mani di Stramaccioni una rosa competitiva.

JUVENTUS Voto: 8.5

Alla fine nemmeno quest'anno è arrivato il tanto atteso top player. Non che i bianconeri non ci abbiano provato, gli inseguimenti di Llorente, Van Persie e simili però non hanno portato a niente, alla fine Conte si deve accontentare di Bendtner, un attaccante con potenzialità infinite che però fino ad ora ha fatto fatica ad imporsi a livello mondiale, anche a causa del suo carattere non facile. I veri botti però sono arrivati a centrocampo, Isla e Asamoah hanno rinforzato un reparto già fortissimo. In attesa di vedere all'opera il cileno, i tifosi bianconeri sono già impazziti per il ghaniano.

È tornato alla casa base, e non è costato poco, anche Giovinco. Dopo le due ottime stagioni a Parma saprà il talentuoso attaccante imporsi anche con la maglia ben più pesante della Juventus? Dalla risposta a questa domanda potrebbe dipendere gran parte del valore complessivo dell'attacco. Come detto Lucio è arrivato dall'Inter a rimpolpare la schiera dei centrali, la sua esperienza potrà essere utile in una stagione così lunga. Ottimi in prospettiva gli acquisti di Pogba, Leali e Gabbiadini. I campioni d'Italia sono sempre la squadra da battere.

LAZIO Voto 6

Sufficienza per le operazioni dei biancocelesti, non fosse altro perché alla fine sono state ridotte al minimo. In attacco è tornato Zarate, dal Lione è arrivato Ederson mentre negli ultimi giorni di mercato è stato preso anche il difensore Ciani. Sono rimasti tutti gli altri attaccanti, i vari Rocchi, Floccari e Kozak erano nel mirino di molte squadre ma resteranno agli ordini di Petkovic.

MILAN Voto: 5

Per i tifosi è stata forse la peggior estate di sempre. Hanno lasciato dei campioni assoluti per sopraggiunti limiti d'età come Seedorf, Inzaghi, Zambrotta, Gattuso, Nesta e Van Bommel. Poi c'è stata la doppia cessione choc al Paris Saint-Germain di Ibrahimovic e Thiago Silva, dulcis in fundo ha salutato anche Cassano. Cosa resta? Davvero poco. Dalla Fiorentina è stato preso Montolivo, l'attacco è stato rinforzato con Pazzini e Bojan, due attaccanti che sicuramente possono dare molto ma ad ora rappresentano un grosso punto interrogativo.

Il mercato in entrata fa infine registrare gli arrivi di giocatori che almeno sulla carta non sono certo di fascia altissima, chissà però che poi gente come Acerbi, Zapata, Constant e Didac Vilà non possano essere una sorpresa positiva. Allo scadere è arrivato anche De Jong dal Manchester City, Galliani ha consigliato ad Allegri di non lamentarsi perché con l'olandese la squadra è da scudetto. Allegri ha recepito il messaggio, avrà molto da lavorare.

NAPOLI Voto: 7

Mercato non ricchisimo di nomi quello del Napoli, i partenopei però sembrano essersi rinforzati nonostante la partenza di Lavezzi. Insigne è un campioncino che ancora deve dimostrare tutto il suo valore. Gamberini e Behrami sono due ottimi innesti, El Kaddouri è un bel colpo considerando che è stata bruciata una folta concorrenza. Nelle ultime fasi del mercato sono state rinforzate anche le fasce con Mesto dal Genoa e Uvini. Il vero colpo di mercato però è l'aver trattenuto Cavani, non era per niente facile. Gli azzurri restano tra le prime della classe.

ROMA Voto: 6.5

Strano il mercato dei giallorossi, non che non si siano mossi, anzi, sono riusciti pure a piazzare degli ottimi colpi, la sensazione è però che manchi qualcosa. Il top player di Sabatini è sicuramente Mattia Destro, l'attaccante che mezza Italia voleva alla fine ha scelto il progetto di Zeman, dovrà dimostrare di valere l'asta che si è scatenata intorno a lui: i numeri li ha, bisogna vedere se riuscirà a maturare ulteriormente, ma non dimentichiamo che è giovanissimo. Ottimo è intelligente l'acquisto di Bradley, peccato che l'americano si sia già infortunato.

Il reparto che lascia più perplessi è quello difensivo. Castan e Burdisso non offrono molte garanzie, Balzaretti è sicuramente uno dei migliori interpreti del suo ruolo in circolazione nel nostro paese, sull'altra fascia però non convince Piris, sicuramente interessante in prospettiva ma non abbastanza da poter essere già titolare. Sicuramente Zeman offrirà tanto spettacolo, sembra difficile però che la Roma possa vincere già da quest'anno. Il progetto continua.

E secondo voi chi è la regina di quest'estate 2012?

Foto | © TMNews

  • shares
  • Mail
2 commenti Aggiorna
Ordina: