Pato: col Napoli l'esordio del brasiliano


Basta sgomitare a Milanello con Digao e Simic, il prossimo "fenomeno" del calcio carioca potrà finalmente misurarsi coi granitici difensori italiani a partire da domenica prossima: l'appuntamento per tifosi e dirigenti milanisti è a San Siro dove i rossoneri cercheranno il primo successo casalingo in campionato contro il Napoli.

Risolte le beghe burocratiche con l'Internacional di Porto Alegre, il contratto di Alexandre Pato è stato consegnato in Lega e il giovanotto è appena tornato a Milano dopo le vacanze natalizie. Carlo Ancelotti, che non ha mai smesso di elogiare il suo baby-talento, dovrebbe schierarlo senza esitazioni accanto a Gilardino, avallando lo schema berlusconiano per antonomasia, quello con le due punte supportate da Kakà.

Potranno finalmente vedersi le doti di un giocatore pagato 22 milioni di euro e che dovrebbe, dall'alto dei suoi freschissimi 18 anni, ringiovanire la rosa e aiutare il Milan nella corsa verso il quarto posto: a gennaio i rossoneri dovranno recuperare tante partite e la sua condizione smagliante potrà essere l'arma in più.

Considerate anche le buone notizie inerenti a Ronaldo, andato in gol in amichevole e apparentemente sulla via del definitivo recupero, a questo punto (dopo metà stagione) la truppa di Ancelotti dovrà togliersi la maschera e fare sul serio: certo è rischioso affidarsi a un ragazzetto nato il 2 settembre del '89, ma a quanto pare "questo" è davvero forte.

Cannavaro jr. e Domizzi saranno i primi a poter saggiare le sue qualità è dunque Pato, già soprannominato il papero, l'acquisto di gennaio del Milan che ha sempre fatto molto affidamento sul mercato invernale: l'anno scorso arrivarono Oddo e Ronaldo, per l'appunto. La Pato-mania è già cominciata...

  • shares
  • Mail
33 commenti Aggiorna
Ordina: