Calciomercato | Giuseppe Rossi non riesce a tornare in Italia, la maledizione di Pepito

Il calciomercato si è chiuso senza il tanto agognato e sponsorizzato ritorno di Giuseppe Rossi in Italia. Una maledizione, parrebbe, visto che Pepito spinge per la soluzione del rientro in patria da almeno 2 anni. Non sono bastati né la retrocessione del suo Villarreal, né la recidiva di infortunio che lo rendeva appetibile a prezzi competitivi anche in una sessione marcata dalla crisi finanziaria.

Eppure, stando ai reporter del settore, le basi c'erano tutte. E anche gli interessamenti: Milan, Inter, Roma, Napoli e flebilmente la Juventus che provò l'operazione 12 mesi or sono arrendendosi di fronte alla dirigenza spagnola. Un fattore, quello delle richieste del Villarreal, non secondario neppure in questi mesi: 9 milioni cash, non un euro di meno. Con le italiane che hanno provato ogni genere di forma possibile e immaginabile tra dilazioni, prestiti, pagamenti a tempo differito, bonus e malus e chi più ne ha più ne metta.

La permanenza virtuale, perché non potrà mai giocare, di Pepito in terra iberica serve soltanto a restare fermi sul prezzo. Tant'è che il Villarreal ha già comunicato alle interessate (soprattutto la Roma che ci ha provato per ultima) che il prezzo resterà lo stesso visto che lo stipendio grava ancora e le cure mediche (si parla ancora di un piccolo intervento “correttivo” al ginocchio) sono totalmente a suo carico.

Ma almeno chi eventualmente comprerà conoscerà meglio lo stato della convalescenza dell'attaccante italo-americano: a febbraio, dicono i report, sarà totalmente rigenerato. Ristabilito è un'altra cosa. Intanto però il Villarreal ha già acquistato il suo sostituto naturale proprio all'ultimo giorno di mercato: si chiama Edison Michael Flores Peralta, peruviano di 18 anni soprannominato “Oreja” per le sue orecchie a sventola. Piccolo, agile, letale nei 5 metri, quando parte dall'esterno può far male. Se tutto funziona come deve, Rossi-Italia sarà il binomio clou delle correzioni di gennaio.

  • shares
  • Mail
2 commenti Aggiorna
Ordina: