Seedorf frena Pato: "Troppa pressione su di lui", sarà la paura di perdere il posto?

La notizia dell'arrivo dal Brasile del transfer di Alexandre Pato è la conferma definitiva: il giovanissimo talento cresciuto nell'Internacional di Porto Alegre farà il suo esordio in maglia rossonera contro il Napoli a San Siro. Il ragazzo scalpita già da qualche giorno, la sua promessa, o meglio la "sensazione", di bagnare il debutto con "uno o due gol" ha già lasciato il segno. Ancelotti stavolta ci vuole provare sul serio, due punte più Kakà, con Gilardino di fianco al Papero.

Il tecnico si è sbilanciato più volte per Pato, parlando di un giocatore già pronto, un campione che farà vedere grandissime cose, e il fatto che consideri l'idea di abbandonare il suo "albero di natale" con lo schema ad una punta con tanta leggerezza, proprio in coincidenza con la prima disponibilità del brasiliano, è un altro segnale importante. A smorzare gli entusiasmi, con più di un pizzico di buonsenso ci viene da dire, è l'esperto Clarence Seedorf:

Si è creata troppa pressione su Pato la responsabilità di noi anziani del gruppo è quella di proteggerlo e farlo giocare senza pressioni, tranquillo. Sperando che si possa inserire al meglio. Però il suo talento non si discute. Con lui in campo non so se arretrerò il mio raggio d'azione, ma non credo che la mia posizione sia in discussione.

Il riferimento dell'olandese alla "sua posizione" svela il problema fino ad ora abilmente "dribblato" da Ancelotti e da tutto l'ambiente Milan: se Pato è considerata una seconda punta, o comunque un giocatore che necessità di un compagno per dare il meglio, chi perderà il posto da titolare nel centrocampo rossonero?

Il primo indiziato per entrare in un fitto turnover che gli farebbe perdere il posto da titolare è proprio Seedorf, il giocatore più offensivo in mezzo al campo, la spalla "arretrata" di Kakà. Difficile infatti immaginare l'ipotesi di un'esclusione per Ambrosini o Gattuso, i due imprescindibili giocatori di rottura messi a protezione alla difesa, o per Andrea Pirlo faro del gioco.

Combinazione vuole che proprio Gattuso è squalificato per la partita contro il Napoli: questo elemento sommato all'atavica mancanza di successi a San Siro del Milan lasciano intravedere la possibilità di un centrocampo a 4 più offensivo composto da Ambrosini, Pirlo, Kakà e Seedorf con Gilardino - Pato coppia d'attacco.

Ma quando Ringhio tornerà disponibile quale sarà la scelta di Ancelotti?

  • shares
  • Mail
15 commenti Aggiorna
Ordina: