Genoa - Atalanta 2-1: la Dea cede al Grifone e alla sfortuna


Nel primo anticipo dell'ultimo turno di questo Girone d'Andata di Serie A il Genoa batte per 2 a 1 l'Atalanta in rimonta e centra la sua terza vittoria consecutiva, un traguardo già raggiunto una volta fra la 5° e la 7° Giornata. La squadra sconfitta può recriminare per la sfortuna che si è accanita contro i nerazzurri di Bergamo, scesi in campo mentre il Presidente Ruggeri è ricoverato in Ospedale in gravi condizioni dopo il malore che lo ha colto nei giorni scorsi. (Video)

A Marassi si affrontano due allenatori dalla spiccata propensione offensiva, Del Neri e Gasperini, e il secondo deve ringraziare la caparbietà dei suoi ragazzi e parecchia buonasorte per essere riuscito a prevalere nel finale facendo bottino pieno e cogliendo i 3 punti. L'Atalanta parte benissimo e mette in grande difficoltà la retroguardia rossoblù. Il Genoa nel primo tempo raccoglie esclusivamente una grande azione da gol, sprecata da Borriello, mentre i bergamaschi vengono fermati due volte dai pali, prima sul tiro di Floccari, poi con una punizione di Doni. In nessuna delle due circostanze il portiere Rubinho sembrava in grado di arrivare sulla palla.

Nel secondo tempo la sfortuna sembra dar tregua all'Atalanta che riesce ad andare in vantaggio con un calcio di rigore, concesso giustamente per atterramento di Konko su Floccari, e calciato senza esitazioni da Doni. E' un fuoco di paglia perchè 5 minuti dopo i bergamaschi trovano la rete del raddoppio, l'arbitro annulla per un fuorigioco millimetrico e sul ribaltamento di fronte Borriello mette a segno il gol del pari.

Gasperini aveva già inserito da qualche minuto Lucio Figueroa per Sculli e la mossa si rivela vincente a 6 dalla fine: l'attaccante segna la sua seconda rete nel nostro campionato sugli sviluppi di un calcio d'angolo. Il corner viene però concesso dopo una svista dell'arbitro Pierpaoli che non vede l'ultima deviazione proprio dell'argentino che nella circostanza anticipa Bellini.

L'Atalanta non ci sta e si riversa in avanti, ma l'unico risultato ottenuto dai ragazzi di Del Neri (che dopo il gol subito perde le staffe e si fa espellere per proteste), è quello di cogliere un altro legno su colpo di testa di Muslimovic quando Rubinho era ancora una volta battuto.

Finisce così 2 a 1, con il Genoa che dopo l'ultima miniserie di tre vittorie consecutive ha dovuto attendere più di 2 mesi per ritrovare la strada dei 3 punti. I tifosi si augurano di poter allungare la striscia positiva a 4, ma per farlo dovranno battere il Milan a San Siro fra 7 giorni.

Il Tabellino:

GENOA - ATALANTA 2-1

MARCATORI: Doni (A) su rigore al 21' st, Borriello (G) al 28' st, Figueroa al 39' st

GENOA (3-4-3): Rubinho; Bovo, De Rosa, Criscito; Konko, Milanetto (37' st Paro), Juric, Fabiano (32' st Santos); Rossi, Borriello, Sculli (25' st Figueroa). (Scarpi, Masiello, Lucarelli, Masiero). All. Gasperini

ATALANTA (4-4-1-1): Coppola; Rivalta (1' st Belleri), Capelli, Pellegrino, Bellini; Ferreira Pinto, Tissone, Guarente, Padoin (11' st Muslimovic); Doni; Floccari (Ivan, Manfredini, De Ascentis, Bernardini, Inzaghi). All. Del Neri

ARBITRO: Pierpaoli di Firenze.

NOTE: Giornata serena, terreno in brutte condizioni, Spettatori: 25 mila circa. Espulso: 42' st l'allenatore dell'Atalanta Del Neri per proteste, Ammoniti: Floccari, Criscito, Borriello, Konko, Doni, Figueroa. Angoli: 7-3 per il Genoa. Recupero: 2' pt, 5' st.

  • shares
  • Mail
6 commenti Aggiorna
Ordina: