Matarrese minaccia querele per chi mette in dubbio la regolarità del campionato

Ad Antonio Matarrese non sono proprio andate giù le polemiche seguite agli errori arbitrali dell'ultima giornata di campionato, il perché forse è anche da ricercare nel fatto che tra gli accusati indirettamente ci finisce anche lui, simbolo evidente di un rinnovamento del calcio nel nostro nostro paese che non è andato in porto completamente. Per questo il vulcanico Antonio minaccia querele per quei presidenti che denunciano in maniera decisa le presunte irregolarità di questo campionato.

Questo il messaggio del presidente di lega:"I presidenti possono lamentarsi, ma non andare oltre. Credo che condurre una crociata contro gli arbitri sia un errore madornale. Se qualche presidente pensa a operazioni sporche nel calcio italiano io lo querelo". Ha riferito della telefonata ricevuta da Ghirardi carica di lamentele prontamente girate al presidente dell'AIA Gussoni. Nessun altro si è fatto sentire ma l'avvertimento vale per tutti.

Matarrese ha confermato la sua fiducia per gli arbitri, parlando di Collina ha detto di avere grande stima di lui e che nonostante abbia le spalle larghe per reggere questa atmosfera non si può pensare che lui e i suoi arbitri siano infallibili. Anche perché secondo la sua opinione il problema non è nella classe arbitrale ma nel sistema in generale.

E parlando della giornata di ieri il suo pensiero non poteva non andare anche al terzo tempo "saltato" al San Paolo di Napoli:"Questo conferma il fatto che ce ne sia bisogno. La prossima volta lo faranno anche li` e l`importante e` che ci sia stato in altri campi. L`operazione funziona".

  • shares
  • Mail
9 commenti Aggiorna
Ordina: