Loria: il difensore goleador

Simone Loria è un ragazzone di Torino che ha giocato in tutte le categorie: non solo, ha anche segnato in ciascuna delle serie in cui ha giocato. Primavera della Juve (dove faceva il centrocampista), Loria ben presto capì che bisognava avere la valigia sempre pronta; da Olbia a Battipaglia, da Cagliari a Bergamo, fino al Siena dove ha già firmato 4 gol. Lui che proprio nella sua prima esperienza ad Olbia cambiò ruolo.

"Una domenica mancava un difensore, misero me al centro della difesa. Da quel momento sono rimasto lì" ha asserito il forte centrale difensivo che spiega così il motivo della sua facilità ad andare in rete: "È più una questione di tempismo che di stacco. Sfrutto la stazza e prendo il tempo. Mi porto sempre avanti sui calci piazzati e vengo preso a uomo. Avanza anche l'altro centrale Portanova. A volte si usano i blocchi come nel basket e i compagni ci coprono bene".

Ma a parte le sue preziosissime realizzazioni, come se la cava in difesa? E' proprio lui a rispondere: "Se fossi perfetto sarei in un grande club. Tutto è legato a qualche rigore provocato da me. A volte dubbio. Comunque non mi ricordo grosse disattenzioni e distrazioni". C'è da dirlo, non lesina mai impegno e la sua stazza è una garanzia per le marcature più difficili anche se "Ibrahimovic è un animale. Ma anche Trezeguet in area è tosto". Poi il pensiero torna alla gioia dei suoi gol. Il più bello? "Al Chievo con l'Atalanta in rovesciata. Stupendo".

Qui sotto potete rigustarvi proprio quella prodezza sui generis.

  • shares
  • Mail
4 commenti Aggiorna
Ordina: