Zambrotta si allena senza squadra: "Sono in forma, aspetto l'occasione"

A trentasei anni (li compirà il prossimo febbraio) Gianluca Zambrotta si sente ancora un calciatore: l'esterno comasco non ci pensa nemmeno ad appendere gli scarpini al chiodo anche se ad oggi fa parte di quella nutrita schiera altresì definita "degli svincolati di lusso". Dopo una carriera da assoluto protagonista tra Juve, Barcellona e Milan, senza dimenticare i trionfi con la Nazionale Italiana, non è facile rimettersi in gioco, soprattutto se la carta d'identità non pende a proprio favore e le ambizioni sono rimaste intatte. Molti suoi ex compagni al Milan così come di Nazionale hanno fatto scelte importanti, principalmente di vita (Gattuso, Nesta, Del Piero, Seedorf, Inzaghi), lui sta prendendosi tutto il tempo che gli occorre per valutare il proprio futuro:

"In questo momento mi sto godendo la nascita di mio figlio. Ogni tanto mi ricapita di vedere le immagini di me al Milan, fanno un certo effetto. E' un peccato che tutti abbiamo dato l'addio a una grande squadra come il Milan. Questo è il rammarico più grande: forse si poteva dar la possibilità di poter continuare tutti insieme. Poi le scelte della società sono state altre. Mi sto allenando per conto mio, aspetto ancora un po' per vedere se arrivano possibilità interessanti, soprattutto all'estero. Valuterò, in questo mese riuscirò a capire cosa farò. Vedremo, entro fine mese deciderò cosa fare. L'idea è di portare dietro la famiglia. Deve essere un posto che vada bene anche a loro: non è facile la scelta. Bisogna avere una bella opportunità di vita, al di fuori del mondo del calcio. E poi, non perchè meno importante, l'aspetto del calcio. Allenare? Non è sicuramente quello che voglio. L'idea è quella di creare in futuro una mia scuola calcio".

Insomma, è uno Zambrotta determinato e ancora carico quello che ha espresso i propri pensieri a Milan Channel; gli fa eco il suo procuratore Marcello Bonetto che a tuttomercatoweb ha aggiunto particolari sul futuro del proprio assistito:

"Gianluca in questo periodo di attesa sta continuando ad allenarsi con il preciso obiettivo di farsi trovare pronto in caso di una offerta interessante. Nella sua testa c'è, infatti, l'idea di giocare ancora una stagione. Offerte? Ce ne sono state alcune da società minori, ma nessuna concreta. Per quanto ci riguarda siamo pronti ad esaminare ciò che ci viene proposto altrimenti non importa. Gianluca non ha in mente di accettare soluzioni forzate, in fondo le soddisfazioni tecniche ed economiche nella sua carriera non sono certo mancate. Allenare? Sinceramente non ne abbiamo mai parlato. Ancora Gianluca pensa da giocatore ma non escluso, viste le sue attività imprenditoriali che ha portato avanti in questi anni, che possa scegliere altri campi al di fuori del mondo del calcio".

Entro fine mese ne sapremo di più sul suo futuro.

Foto | © TMNews

  • shares
  • Mail