Fernando Torres infortunato: out per la sfida con il Chelsea, in dubbio anche con l’Inter?

Mancano ancora 11 giorni alla partita d’andata degli Ottavi di Champions fra Liverpool e Inter ad Anfield, ma Rafa Benitez ha un altro motivo di preoccupazione. Come non bastasse il piazzamento deludente in Premier, al momento è solo quinto dietro ai “cugini” dell’Everton, la serie di risultati non esaltanti ottenuti e la fiducia dell’ambiente che

di

Mancano ancora 11 giorni alla partita d’andata degli Ottavi di Champions fra Liverpool e Inter ad Anfield, ma Rafa Benitez ha un altro motivo di preoccupazione. Come non bastasse il piazzamento deludente in Premier, al momento è solo quinto dietro ai “cugini” dell’Everton, la serie di risultati non esaltanti ottenuti e la fiducia dell’ambiente che cala pericolosamente, da Maiorca, dove è stato impegnato nell’amichevole con la Francia, giunge la notizia dell’infortunio del suo miglior attaccante Fernando Torres.

El Nino, l’acquisto più caro dello scorso mercato (il più caro dell’intero calciomercato europeo con i suoi oltre 35 mln di euro), è uscito anzitempo dal campo per un infortunio al polpaccio di cui ancora non si conosce con precisione l’entità. Certamente non sarà disponibile nella sfida di Domenica contro il Chelsea, ma se il recupero non dovesse essere rapido c’è il rischio concreto che Torres sia indisponibile, o comunque non al meglio, per l’andata contro l’Inter.

Questo infortunio lascia Benitez con sole due punte di ruolo, entrambe non esattamente con medie realizzative esaltanti, l’olandese (recentemente escluso dalla nazionale) Dirk Kuyt, e lo spilungone Peter Crouch. L’ucraino Andriy Voronin era già inserito nella lista degli indisponibile per un altro infortunio. Il tecnico spagnolo ha dato per certa l’assenza di Fernando Torres per domenica e si è riservato di valutare le sue condizioni non appena si sarà sottoposto agli esami di rito. Le prossime due partite in Premier sono fondamentali per i Reds, che arriveranno comunque alla doppia sfida con l’Inter con la necessità di dover “salvare una stagione” passando il turno.