Genoa-Sampdoria sulle note di Fabrizio De Andrè

La quarta giornata del girone di ritorno prevede Juventus-Roma. Ma ai genovesi interessa poco, molto poco. La città infatti è in fibrillazione per il secondo derby dell’anno. All’andata la stracittadina della lanterna terminò 0-0, fu un match combattuto e a tratti nervoso. Un nervosismo e una tensione causati dalla posta altissima in palio che ha

di antonio

La quarta giornata del girone di ritorno prevede Juventus-Roma. Ma ai genovesi interessa poco, molto poco. La città infatti è in fibrillazione per il secondo derby dell’anno.

All’andata la stracittadina della lanterna terminò 0-0, fu un match combattuto e a tratti nervoso. Un nervosismo e una tensione causati dalla posta altissima in palio che ha bloccato le due squadre limitando anche le emozioni e le occasioni da rete. Stavolta le aspettative sono diverse a giudicare dalle parole dei protagonisti. E chissà, forse anche il leggendario Fabrizio De Andrè se potesse, desidererebbe assistere ad un derby diverso da quello visto all’andata.

Prima del fischio d’inizio verranno irradiate le note di due pezzi del cantautore genovese. Sarà un modo per ricordare il 68esimo compleanno dell’artista genovese, nato il 18 febbraio 1940 e deceduto l’11 gennaio del 1999. La dedica a Fabrizio De Andrè appena prima dell’inizio del derby seguirà una serie di eventi tra cui un concerto tributo al Vaillant Palace, con grandi artisti a darsi il cambio sul palco.

Tornando alla partita bisogna dire che, dalle dichiarazioni dei due allenatori, si è respirata un’aria di sportività e serenità. “Speriamo che sia un bel derby e speriamo che lo possa vincere il Genoa” dice Gasperini, più cauto appare invece Mazzarri: “Non pronuncio questa parolina per scaramanzia, ma vogliamo prevalere”. Anche i due presidenti si sono scambiati battute simpatiche con Preziosi che da del burlone a Garrone reo di aver detto che la Sampdoria è più forte del Genoa.

Sarà il 34esimo derby della storia giocato in casa dal Genoa. Il bilancio vede leggermente in vantaggio i blucerchiati con dieci vittorie. Per nove volte il Genoa ha superato i doriani, mentre quattordici sono stati i pareggi. L’ultimo confronto risale alla stagione 2002/03 (in serie B) e terminò con un 2-0 per i doriani “fuori casa”.

I Video di Calcioblog