Calciomercato Udinese: Il rinnovo di Muriel strategico, alla porta c'è l'Atletico Madrid

Luis Fernando Muriel Fruto è contrattualmente un calciatore di proprietà dell'Udinese fino al 30 giugno 2017. Rinnovo su base quinquennale per il colombiano che proprio nel ritorno in Friuli, dopo il produttivo prestito a Lecce, ha acceso addosso di sé riflettori che al momento restano sbiaditi e piuttosto interdetti.

A scanso di ogni polemica (il mancato utilizzo nel match contro lo Sporting Braga, le twittate poco gradite al club, il sovrappeso che ha minato il suo rapporto con Guidolin, gli infortuni in serie...) la società dei Pozzo si è mostrata lungimirante e, soprattutto, di parola visto che il nuovo contratto permette a Muriel di guadagnare il doppio rispetto al vecchio accordo: siamo comunque su cifre che non vedono neppure da vicino il milione di euro a stagione.

Il futuro darà ragione o torto a questo attaccante colombiano dalle doti indiscutibili e campione annunciato da quando a 15 anni già impressionava nei campionati under sudamericani con la maglia della sua nazionale. Un crescendo convincente, anche se tatticamente ancora poco raffinato per il calcio italiano. Ma si sa, alcuni talenti vanno lasciati al loro destino, anche sul terreno di gioco.

Circa il rinnovo, e qui viene il bello anche per capire ciò che potrà accadere in futuro qualora il colombiano si ritroverà dopo lo stop forzato per i prossimi due mesi, esiste un retroscena interessante e altresì molto credibile: il nuovo accordo era programmato dall'Udinese per dicembre, visto l'impatto non ottimale di Muriel con l'ambiente e la scottante eliminazione dalla Champions League (la quale avrebbe garantito una visibilità ben diversa al parco giocatori in mano a Guidolin).

Si è infatti creato un effetto domino esattamente contrario alle previsioni: la scottatura di Maicosuel (calciatore più caro dell'intera gestione Pozzo), le critiche dei giornalisti locali in direzione del tecnico e via dicendo. Dentro questa breccia si era infatti inserito l'Atletico Madrid. Sì, il club nel quale sta facendo faville il connazionale Radamel Falcao: Muriel sarebbe stato il primo della nuova lista (il valore di Muriel oggi non supera i 6 milioni di euro) stilata da Diego Pablo Simeone nella nuova programmazione triennale chiesta dal club al tecnico noto in Italia per i trascorsi con le maglie di Lazio e Inter.

Ecco allora svelato il perché di questa mossa anticipata da parte di un'Udinese che raramente si fa trovare presa alla sprovvista. Saper fare mercato è anche questo: saper comprare, ma anche saper proteggere il proprio patrimonio.

  • shares
  • Mail
2 commenti Aggiorna
Ordina: