Parma - Milan. Festa per i gialloblù, sprint scudetto per i rossoneri.

Tutto pronto per la gara di oggi pomeriggio al Tardini tra Parma e Milan, una partita assolutamente platonica per i gialloblù che si concedono all’abbraccio dei tifosi che festeggiano la salvezza, un match delicatissimo per i rossoneri (favoriti sia per qualità tecniche sia per motivazioni) per i quali da una vittoria a Parma passa l’ultimo treno scudetto, ovvero la possibilità di ospitare domenica prossima la Roma con la Juventus ancora nel mirino.


Per l’occasione Beretta conferma De Lucia tra i pali, e la difesa tipo con Bonera, Cannavaro, Contini (che dovrebbe essere preferito a Fernando Couto) e Ferronetti, che ha recuperato dai problemi che l’hanno fermato in settimana; solita mediana con Grella e Fabio Simplicio, mentre i dubbi riguardano la linea dei trequartisti con Marchionni e Bresciano sicuri e il terzo posto in ballo tra Coly, Camara e Morfeo (Cigarini non ha recuperato del tutto), con variazioni di schieramento a seconda della scelta; davanti il solito Corradi, con due gare a disposizione per raggiungere il suo obiettivo stagionale, cioè le dieci segnature come da sua media. Bloccato dai problemi fisici di settimana scorsa Dessena (che farà compagnia a Guardalben, Bolano, Pisanu, Savi e Delvecchio), gli altri convocati sono Bucci, Cardone, Pasquale, Rossi, Ruopolo e Paponi.


Ancelotti si presenta al Tardini con la formazione migliore possibile: indisponibili Maldini, Stam e Ambrosini, i rossoneri presenteranno Dida tra i pali; Cafu, Nesta, Kaladze e Serginho in difesa; sicuri Gattuso e il ceco Jankulovski (ottimo il suo momento di forma) a centrocampo, il terzo posto, quello di centrale, è in ballottaggio tra Pirlo e Seedorf; a Kakà il compito di lanciare il grande ex Gilardino che avrà al suo fianco uno tra Inzaghi e Shevchenko con l’ucraino leggermente favorito. Come al solito, quando il Milan si presenta al Tardini, è prevista una grande affluenza di pubblico.

  • shares
  • Mail