Aldo Spinelli saluta tutti e si dimette

La sconfitta casalinga del Livorno contro il Cagliari (Video) poteva far immaginare un esonero dell'allenatore Giancarlo Camolese a cinque giornate dalla fine del campionato, a sorpresa invece nella serata di ieri sono arrivate le dimissioni di Aldo Spinelli. La decisione è giunta al termine di una giornata difficile che ha registrato anche la dura contestazione dei tifosi amaranto fuori dallo stadio al termine della partita.

Spinelli ha così commentato la sua decisione: "I tifosi mi hanno licenziato in di­retta e quindi me ne vado. Basta così. So­no stati anni stupendi, abbiamo toccato la coppa Uefa, ci siamo sempre salvati in an­ticipo. Ora, il mio compito è finito perché i tifosi mi hanno chiesto di andarmene e io me ne vado. Il sindaco dovrà trovare degli acquirenti. Sono quattro mesi che deve presentare una cordata ma non ho mai vi­sto nessuno".

I supporter labronici, infatti, durante tutto lo svolgimento della partita hanno rivolto cori ingiuriosi nei confronti del loro presidente. L'esasperazione e la drammatica situazione di classifica hanno fatto il resto e da stamattina il Livorno e in cerca di nuovi padroni. La salvezza è comunque ancora raggiungibile visto che il gruppone delle squadre pericolanti è sempre compatto ma Camolese dovrà invertire già a partire da domenica prossima il pericoloso trend della sua squadra.

Aldo Spinelli ha comunque voluto ringraziare tutti per la splendida esperienza in amaranto. Ha ricordato il suoi nove anni alla guida del Livorno, fatti da quattro stagioni in serie A sempre dignitose e concluse con una tranquilla salvezza. Ha fatto riferimento anche alla splendida annata terminata con la qualificazione in Europa e a tutti i problemi avuti per poter disputare le partite al Picchi. Ora la sua avventura è finita ma lascia senza rimpianti, ad un certo punto è giusto che sia così, questa la sua laconica conclusione.

  • shares
  • Mail
5 commenti Aggiorna
Ordina: