Cairo verso il rinnovo di Bianchi

Si starebbe avviando verso l'epilogo uno dei rinnovi sicuramente più importanti per il Torino. Si tratta ovviamente di quello che riguarda il carismatico capitano, nonché bomber assoluto da circa un lustro Rolando Bianchi.

La vera bandiera granata ha infatti il contratto in scadenza a fine stagione e da febbraio, come da regolamento, l'attaccante potrebbe anche legarsi a un'altra società. Durante il calciomercato estivo c'era stato anche l'interesse di alcuni club, primo tra tutti il Napoli che sembrava avesse identificato in lui il vice Cavani. Ma se prima l'ipotesi trasferimento era rischioso, man mano che il tempo passa lo diventa sempre più. E' il momento che Cairo affronti la questione di petto.

Con 67 gol in maglia granata, la notizia della partenza di Rolandinho avrebbe certamente innescato la rivolta dei tifosi del Toro. L'operazione che Cairo dovrà portare a termine incide infatti solo sulla permanenza di un validissimo giocatore che ha dimostrato più volte il suo attaccamento alla maglia, salvando i granata da numerose situazioni con gol decisivi, ma riguarda proprio una questione di immagine per il club. Senza Rolando la contestazione sarebbe assicurata.

Approdato al Torino nel 2008, il contratto quinquennale di Bianchi prevedeva uno stipendio da 1,1 milioni di euro. Attualmente le cifre di cui si parla per il rinnovo ammontano a un investimento di 9 milioni di euro in tre stagioni, comprendendo anche i bonus. Sicuramente si tratta del rinnovo più delicato dell'era Cairo ed è probabilmente per questo motivo che il presidente del Toro ha cercato di rinviare fino all'ultimo la spinosa questione. Pare infatti che sia addirittura dallo scorso gennaio che Cairo non ha avuto più contatti diretti con l'agente di Bianchi. Ora i tempi sono maturi e anche il capitano sembra ben disposto a conoscere l'offerta granata a detta del fratello-procuratore di Rolando, Riccardo, che qualche giorno fa ha dichiarato: "Siamo pronti a sederci al tavolo con il presidente Cairo". Per la gioia dei tifosi del Torino, da questa apertura sembra almeno che il prolungato silenzio del presidente non abbia reso tesa la situazione.

Foto | © TM News

  • shares
  • Mail