Ronaldo e i trans, la polizia non aprirà nessuna inchiesta


Il caso si chiude, o meglio, non è mai stato aperto. Il commissario Carlos Nogueira ha dichiarato che dopo una seconda deposizione il giocatore non è risultato "né drogato né ubriaco, ma molto abbattuto per l'accaduto". Racconta la polizia che il trans Andreia Albertini, appena venuto a conoscenza dell'accusa di tentata estorsione formulata da Ronaldo, è fuggito dal commissariato. (foto)

Al quotidiano "Folha de Sao Paulo" Andreia Albertini ha fornito la sua versione dei fatti, confermando l'assunzione di cocaina da parte del fenomeno brasiliano. Ronaldo avrebbe poi offerto altri 770 euro agli altri due trans presenti con Andreia per poter comprare un ulteriore dose (cifra che avrebbe contemplato anche prestazioni sessuali):


Ma invece di andare a comprarla, loro se ne sono andati. E Ronaldo si è infuriato. Lui credeva che solo io fossi una donna mentre era consapevole che le altre due fossero travestiti. E' stato molto educato, elegante, tranquillo tutto il tempo. Non è stato aggressivo, non ha fatto nulla di male. Solo si è dato da fare con le mie amiche. Mi ha detto che lui è Ronaldo e che io sono solo una ragazza di strada. Sono un pò preoccupato, lui è ricco, lui è Ronaldo e può comprare persino mia madre per farla deporre contro di me.

  • shares
  • Mail
9 commenti Aggiorna
Ordina: