Coppa Italia all’Inter

Niente da fare. La Roma, o quello che ne restava tra squalifiche e infortuni, non ce l’ha fatta. Complimenti all’Inter e a Mancini, che nella sua carriera da giocatore e allenatore ha conquistato la sua decima Coppa Italia. Partita non particolarmente spettacolare ma che si è messa subito nel peggiore dei modi per i giallorossi.



Niente da fare. La Roma, o quello che ne restava tra squalifiche e infortuni, non ce l’ha fatta. Complimenti all’Inter e a Mancini, che nella sua carriera da giocatore e allenatore ha conquistato la sua decima Coppa Italia. Partita non particolarmente spettacolare ma che si è messa subito nel peggiore dei modi per i giallorossi. Sono passati appena 5 minuti quando Zanetti mette una palla al centro per Cambiasso che insacca. Uno a zero e palla al centro.

La Roma prova a reagire, ma le iniziative capitoline sono sterili. E l’Inter raddoppia. E’ il ’46, contropiede di Stankovic, palla a Cruz che dopo trenta metri salta Doni e mette a segno il due a zero. Nella ripresa entra Totti: tutto lo stadio si alza in piedi ed applaude. Il capitano non delude, non ha paura e alla prima occasione tira di pochissimo a lato dai 15 metri. Ma la sorte non è con i capitolini. Contropiede dell’Inter scambio tra Cruz e Martins ed è il tre a zero firmato Oba Oba.

Il ritmo cala. Giusto il tempo di una rete di testa del rientrante Nonda ed un poco di torello. La coppa resta a Milano, il circoletto tricolore rimane cucito sulle maglie nerazzure. Non mi sento di bocciare l’annata della Roma, non mi sento di promuovere a pieni voti quella dell’Inter. Un sette politico ad entrame le formazioni e che non se ne parli più.

I Video di Calcioblog

Ultime notizie su Coppa Italia

Tutto su Coppa Italia →