Salernitana ai playoff, incubo Teramo

Nei giorni in cui il calciocaos impazza, c’è un’altra realtà calcistica che ha tenuto banco in alcune città italiane. E’ il caso degli illeciti amministrativi che hanno coinvolto tre squadre di serie C, una delle quali, la Nocerina, è stata assolta dalla Commissione Disciplinare riunitasi ieri a Firenze. Le altre due squadre suddette sono la



Nei giorni in cui il calciocaos impazza, c’è un’altra realtà calcistica che ha tenuto banco in alcune città italiane. E’ il caso degli illeciti amministrativi che hanno coinvolto tre squadre di serie C, una delle quali, la Nocerina, è stata assolta dalla Commissione Disciplinare riunitasi ieri a Firenze. Le altre due squadre suddette sono la Sambenedettese e il Teramo, entrambe punite con 4 punti di penalizzazione da scontarsi nel campionato in corso (per i marchigiani i punti in meno in classifica sono quindi 6 visiti i 2 già inflittigli) e per entrambe un anno di squalifica dei loro presidenti, rispettivamente Mastellanini e Malavolta.

Queste sanzioni hanno fatto molto scalpore, per meri motivi di classifica: se la Samb non ha che cambiato avversaria di playout (dal San Marino al Lumezzane, forse un bene), per il Teramo è un incubo perché bastava anche solo un punto in meno per vedersi sfuggire i playoff. Contro il Genoa scenderà quindi in campo la temutissima Salernitana del presidente Lombardi, una formazione che i grifoni preferivano evitare.

In grande forma e con un Di Vicino in più, i campani hanno trovato in Stefano Cuoghi l’allenatore giusto per poter ambire a ritornare nella serie B, la categoria che spetta a questa società. Benché privata della sua storia e del famoso cavalluccio marino la Salernitana, che ricordiamolo la scorsa estate ha beneficiato del Lodo Petrucci, fa ancora innamorare di sé i salernitani e se a San Marino, nell’ultima trasferta dei granata, i tifosi ospiti erano 1300 contro i 120 locali, al Marassi l’invasione sarà ancora più massiva. Certo, ci saranno poi pure i genoani, che ricordiamolo sono gemellati col Napoli, e allora due partite di serie C1 potranno trasformarsi in qualcosa simile ad un River-Boca.

Il Teramo, in ogni modo, non si arrende: ricorrerà alla Caf ed eventualmente al Tar del Lazio. Tutto deve essere fatto in fretta, i playoff “inizierebbero” il 21 maggio, anche se si sta parlando di spostare la prima partita al 28 maggio. Queste beghe appaiono niente in confronto a cosa accade ai piani più alti…

I Video di Calcioblog

Maradona: il pazzo riscaldamento prima di Napoli-Bayern