Marotta critico sulle tensioni con i viola

Un Marotta amareggiato è intervenuto in merito al match di ieri tra Juventus e Fiorentina, come al solito carico di tensioni e screzi. Cogliendo la palla al balzo per la notizia di un trattamento scorretto riservato ad Antonio Conte, il Direttore Sportivo bianconero si è detto contrariato per l'atmosfera prepartita a cui ha assistito.

A causa di brutti episodi e voci inesatte che hanno visto Juventus e Fiorentina antagoniste durante il calciomercato estivo, a detta di Marotta nella partita di ieri si è parlato poco di calcio. Il bianconero ha infatti dichiarato in merito alla sfida: "c'è stata troppo tensione, noi vogliamo abbassare i toni: è una partita di calcio, il resto non c'entra". Le allusioni di Marotta, oltre all'ultima situazione con protagonista Conte, si riferisce anche i casi di Jovetic e Berbatov.

Il pomo della discordia di ieri sarebbe in realtà stato un misunderstanding tra Juventus e Fiorentina. Secondo alcune voci, a Conte ieri è stato negato un posto in tribuna per seguire la partita. E Marotta a seguito dell'informazione ha quindi dichiarato: "Non trovare una postazione in tribuna all'allenatore della squadra ospite, seppur squalificato, mi sembra uno spot negativo per il calcio italiano". A questo aneddoto hanno poi risposto per le rime i viola, affermando: "Le cose non stanno così: il posto in tribuna d'onore c'era, è stato Conte a preferire il box di Juve Channel per seguire la partita". Chiudendo così l'accusa di scorrettezza da parte della Fiorentina.

Per quanto riguarda invece gli stascichi del calciomercato, c'è stato un botta e risposta di rettifiche e giustificazione da parte di entrambi i club. Sul caso Jovetic e la voce che nel contratto del giocatore ci sia una clausula antijuve, è intervenuto per i viola l'amministratore delegato Mencucci, precisando: "È una favola metropolitana. C'è apprezzamento per lui da parte della Juve, ma anche di altri club. Noi però speriamo resti a Firenze". Marotta si è invece ancora una volta difeso in merito alla vicenda Berbatov, che è stato un vero e proprio giallo di questo calciomercato: "Mi sembra che sia stato ingigantito oltremodo, non abbiamo fatto proprio niente di scorretto, ma non solo di scorretto, abbiamo agito con grande rispetto ed educazione; poi, se si adducono motivazioni capziose per giustificare eventuali situazioni...".

Oltre che sul campo, anche ai microfoni la sfida tra Juventus e Fiorentina si è conclusa con un pareggio. E anche l'episodio del trattamento di Conte sembra essere stato un'altra montatura per alimentare screzi e tensioni. Forse Marotta dovrebbe anche tenere conto che la prima via per evitare che in un match si parli di tutto tranne che di calcio sarebbe proprio non dare adito a voci commentandole con aggressività. Accuse e smentite sono come le ciliegie, una tira l'altra e per fermarle basterebbe dare per primo l'esempio e rimanere fuori da questo circolo vizioso.

Foto | © TM News

  • shares
  • Mail