Speciale Euro2008: l'Austria punta sui giovani per il suo esordio continentale

Josef Hickersberger ha una grossa responsabilità sulle spalle: riuscire a far disputare un ottimo torneo da paese ospitante ad una squadra che manca dai palcoscenici importanti dal mondiale di Francia nel 1998 e che per la prima volta prende parte al torneo continentale. L'Austria è una nazionale antichissima ma nella sua storia ha raccolto pochissime soddisfazioni. Negli anni '30 ha vissuto il suo periodo più felice tanto che la squadra conquistò il nomignolo di "Wunderteam" (Squadra delle Meraviglie), ma ai Mondiali del 1934 furono sconfitti proprio dagli azzurri in semifinale terminando il torneo al quarto posto. La squadra si sfaldò in seguito all'invasione tedesca e seppur qualificata, per protesta non partecipò ai Mondiali del 1938.

Nel dopoguerra ha partecipato ai mondiali del 1954 in Svizzera battendo i padroni di casa ma uscendo in semifinale sconfitta per 6-1 dalla Germania Ovest, vincendo contro l'Uruguay ha terminato poi il torneo al terzo posto. Altre due partecipazioni con risultati modesti nel 1978 e nel 1982, in entrambi i casi riuscì a superare al primo turno. Da quel momento in poi il calcio austriaco è entrato in un periodo molto buio. Anonime le partecipazioni a Italia '90 e a Francia '98, ma soprattutto si ricorda quella che è stata definita la pagina più nera dello sport austriaco: la sconfitta contro le Isole Faroe. Sulla panchina sedeva Josef Hickersberger che decise di dimettersi.

L'Austria in qualità di paese ospitante non ha dovuto giocare i gironi di qualificazione, il ct però per riuscire ad amalgamare bene il gruppo ha organizzato molte amichevoli. Gli esiti non sono stati esaltanti e sono arrivate molte sconfitte. L'ultima partita l'ha giocata qualche giorno fa contro Malta e finalmente gli austriaci sono riusciti a trovare la vittoria e soprattutto i gol, 5-1 il risultato finale. Una curiosità: da qualche anno la federazione austriaca su suggerimento del tecnico Hans Krankl ha abbandonato la classica maglia bianca bordata di nero di ispirazione tedesca per adottarne una rossa; la decisione è stata motivata dal desiderio di vedere i colori della bandiera austriaca ben rappresentati sulle casacche. Vediamo ora chi sono i 23 che proveranno a difendere questi colori (Fotogallery).

I portieri prescelti sono Alexander Manninger (AC Siena), Jürgen Macho (AEK Athens FC) e Ramazan Öczan (TSG 1899 Hoffenheim).

Tra i convocati c'era anche Helge Payer ma ha dovuto abbandonare per problemi al fegato, per lui sei mesi di stop, al suo posto è stato chiamato Öczan. Il posto da titolare è ancora incerto, nelle ultime due partite hanno giocato una volta a testa Macho e Manninger, entrambi dovranno sperare di convincere l'allenatore magari anche a torneo in corso.

In difesa troviamo György Garics (SSC Napoli), Ronald Gercaliu (FK Austria Wien), Martin Hiden (SK Austria Kärnten), Markus Katzer (SK Rapid Wien), Jürgen Patocka (SK Rapid Wien), Emanuel Pogatetz (Middlesbrough FC), Sebastian Prödl (SK Sturm Graz) e Martin Stranzl (FC Spartak Moskva).

Il reparto arretrato è quello che da più garanzie. Al centro accanto a Prödl, giovane dal futuro promettente, si posizionerà Stranzl, un difensore solido anche se difetta in velocità. Sulla destra troviamo stabilmente il giocatore del Napoli, ungherese di nascita, Garics mentre a sinistra c'è il terzino del Middlesbrough Pogatetz, famoso per il suo temperamento molto focoso.

Il centrocampo è composto da René Aufhauser (FC Salzburg), Christian Fuchs (SV Mattersburg), Martin Harnik (Werder Bremen), Andreas Ivanschitz (Panathinaikos FC), Ümit Korkmaz (SK Rapid Wien), Christoph Leitgeb (FC Salzburg), Jürgen Säumel (SK Sturm Graz), Joachim Standfest (FK Austria Wien) e Ivica Vastic (LASK Linz).

Gli unici abbastanza certi di una maglia da titolare sono Standfest e Aufhauser, per il resto molto dipenderà dal modulo scelto dal tecnico. In caso di 4-3-2-1 a completare il trio ci potrebbe essere Fuchs, mentre più avanti a spingere potrebbero trovare posto il giovane Ivanschitz e Leitgeb. Da non sottovalutare anche il buon vecchio Vastic che con la sua esperienza potrebbe guadagnarsi il posto da titolare. In un centrocampo a quattro un candidato probabile è invece Harnik.

Gli attaccanti, infine, saranno Erwin Hoffer (SK Rapid Wien), Roman Kienast (Ham-Kam Fotball) e Roland Linz (SC Braga).

Questo è invece il reparto che più preoccupa i tifosi austriaci. Con buona probabilità Hickersberger deciderà di giocare le prime due partite con Germania e Croazia con una sola punta. Nelle ultime amichevoli il ruolo è stato coperto da Linz e appare anche come l'unica soluzione possibile, una possibilità potrebbe averla anche Hoffer in caso di attacco a due punte contro la Polonia.

L'Austria è stata inserita nel girone B in compagnia di Germania, Croazia e Polonia. Le possibilità di passare il turno sarebbero praticamente nulle se non fosse per il fatto che stiamo parlando di un paese ospitante che godrà di tutto il supporto dei propri tifosi. La squadra di Hickersberger dovrà cercare di ottenere il massimo dalle prime due difficilissime partite per poi battere la Polonia anch'essa esordiente alla fase finale degli Europei. La rosa, come abbiamo detto, è molto giovane, forse proprio questo potrà essere il punto di forza: se l'Austria vuole avere qualche chance di fare bella figura dovrà puntare sull'entusiasmo dei suoi calciatori che si troveranno a giocare forse le partite più importanti delle loro carriere.

Gruppo B: Austria - Croazia - Germania - Polonia

Austria - 1 Alex Manninger 2 Joachim Standfest 3 Martin Stranzl 4 Emanuel Pogatetz 5 Christian Fuchs 6 René Aufhauser 7 Ivica Vastic 8 Christoph Leitgeb 9 Roland Linz 10 Andreas Ivanschitz 11 Ümit Korkmaz 12 Ronald Gercaliu 13 Markus Katzer 14 György Garics 15 Sebastian Prödl 16 Jürgen Patocka 17 Martin Hiden 18 Roman Kienast 19 Jürgen Säumel 20 Martin Harnik 21 Jürgen Macho 22 Erwin Hoffer 23 Ramazan Özcan Ct: Josef Hickersberger


I 23 dell'Austria

I 23 dell'Austria


I 23 dell'Austria
I 23 dell'Austria
I 23 dell'Austria
I 23 dell'Austria
I 23 dell'Austria
I 23 dell'Austria
I 23 dell'Austria
I 23 dell'Austria
I 23 dell'Austria
I 23 dell'Austria
I 23 dell'Austria
I 23 dell'Austria
I 23 dell'Austria
I 23 dell'Austria
I 23 dell'Austria
I 23 dell'Austria
I 23 dell'Austria
I 23 dell'Austria
I 23 dell'Austria
I 23 dell'Austria
I 23 dell'Austria
I 23 dell'Austria
I 23 dell'Austria
I 23 dell'Austria
I 23 dell'Austria
I 23 dell'Austria
  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: