Eto'o presunto aggressore di un giornalista

eto\'oSamuel Eto'o è un ragazzo diretto, impulsivo e senza peli sulla lingua; è un grandissimo attaccante e questo è riconosciuto a livello mondiale, ma sotto l'aspetto caratteriale alcune sue prese di posizione sono state discusse parecchio in quel di Barcellona.

La sua esternazione a Vilafranca nel febbraio 2007 aveva irritato non poco i suoi compagni di squadra, in particolare Ronaldinho, per le accuse rivolte sia al n 10 che a Mister Rijkaard definito senza mezzi termini, una "mala persona".

Era stato lui a svelare le divisioni presenti nello spogliatoio blaugrana tra "Rosellisti" (calciatori acquistati da Rosell) e "Laportisti" (calciatori acquistati da Laporta) ed in diverse occasioni fonti giornalistiche vicine al Club catalano hanno spesso reso pubblica la gelosia di Eto'o nei confronti di Ronaldinho idolatrato dal pubblico.

L'ultima alzata di testa in ordine di tempo è avvenuta venerdì in Camerun durante una conferenza stampa dello stesso Eto'o realizzata nel ritiro della Nazionale; tutti i quotidiani sportivi riportano la descrizione dello spiacevole episodio raccontato da un giornalista, Philippe Boney (di RTS) che ha subìto una "testata" dall'attaccante camerunense infuriato per la protesta indetta dai reporter locali.

I giornalisti si sono ufficilamente lamentati con la Federazione camerunense per il trattamento riservato agli organi della carta stampata e non durante questi giorni di ritiro visto che il tempo a diposizione per seguire gli allenamenti è stato ridotto al minimo, impedendo così di svolgere al meglio il loro lavoro.

Dai racconti dei presenti è emerso che Samuel Eto'o, presente in conferenza stampa durante la lettura del comunicato di protesta ha perso le staffe ad ha iniziato ad inveire ed aggradire verbalmente la stampa;
purtroppo il n 9 blaugrana non si limitato a questo, ma ha affrontato a muso duro il sig. Boney (che ultimamente ne aveva criticato le prestazioni calcistiche e non) sferrandogli una testata sul labbro; in più il giornalista in questione ha assicurato che le guardie del corpo di Eto'o invece che calmare il calciatore, hanno partecipato alla rissa rompendogli la mano sinistra.

Dal Camerun emergono altri particolari di questo spiacevolissimo episodio da condannare chiaramente: i reporter presenti in sala hanno ripreso l'aggressione con le telecamere ed i telefoni cellulari, ma gli oggetti in questione sono stati sequestrati per impedire la trasmissione in mondovisione delle immagini.

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: