Moratti: "Mi dispiace per Mancini..." - Julio Cesar: "Non capisco, perchè lo hanno mandato via?"


Massimo Moratti prova a tendere la mano a Roberto Mancini. Dopo il velenoso comunicato del Mancio, in cui il tecnico marchigiano sfogava tutta la propria rabbia per l'esonero senza disdegnare un possibile capitolo legale della storia, adesso è il presidente dell'Inter a prendere la parola. In verità le dichiarazioni di Moratti suonano quasi come una implicita ammissione di colpa:

Umanamente mi è molto dispiaciuto dovergli spiegare la decisione. Mi rendo conto che questo è il momento in cui sembriamo tutti cattivi. Quando si decide una separazione, specie dopo un periodo nel quale c'è stata una forte passione, i giorni peggiori sono sempre i primi. So bene quanto sia importante Mancini per l'Inter e non ho dimenticato quello che ha fatto con noi, soprattutto in questi ultimi due anni. È stato bravo e glielo ho detto, così come so bene che abbiamo vinto uno scudetto bellissimo.

A cadere dalle nuvole è invece Julio Cesar, impegnato in una tournée negli Stati Uniti con la nazionale brasiliana. Non nasconde il proprio dispiacere il portiere dell'Inter, cresciuto calcisticamente anche grazie all'ormai ex tecnico nerazzurro: "Non capisco, visto che Mancini ha vinto il campionato italiano. Sono dispiaciuto, dato che è stato lui a chiedere il mio acquisto e ha sempre avuto grande fiducia in me".

  • shares
  • Mail
30 commenti Aggiorna
Ordina: