Speciale Euro2008: la Germania si affida a Löw per riscattare la delusione mondiale

Joachim "Jogi" Löw è molto apprezzato in patria: da vice di Klinsmann a selezionatore della nazionale tedesca, il passo è sembrato naturale a Theo Zwanziger, numero 1 della Federcalcio teutonica, che lo ha già confermato anche per i mondiali sudafricani. Fervente credente nel 4-4-2 e nei giovani, in realtà non ha apportato sostanziali modifiche alla squadra che dunque cercherà, pochi chilometri più a sud da casa, di ripetere il buon Mondiale casalingo. Il terzo posto di due anni fa, tuttavia, brucia ancora, e l'obiettivo imprescindibile è vincere la competizione, un torneo già fatto proprio nel '72, nell'80 e nel '96, l'unico da Germania unita. In Inghilterra, la Germania eliminò l'Italia nel girone, quindi la Croazia, i padroni di casa e la Repubblica Ceca in finale, 2-1 con doppietta di Bierhoff.

Nelle ultime due edizioni, però, la squadra è sempre stata eliminata al primo turno, non vincendo una partita proprio da quella finale londinese. In Portogallo, 4 anni fa, Olanda e Lettonia la costrinsero al pari, mentre i cechi addirittura li batterono per 2-1. A maggior ragione la voglia di riscatto è grande, dimostrata anche dal fatto che la Germania è stata la prima Nazionale a qualificarsi per questi Europei: memorabile lo 0-13 a San Marino, ma ottima anche la vittoria a Praga grazie alla doppietta di Kuranyi. Tre volte campioni del Mondo, anche grazie a un sorteggio abbastanza fortunato la Germania è sbarcata in Austria da gran favorita: vediamo chi saranno i 23 calciatori che tenteranno di portare a casa il titolo (Fotogallery).

I portieri sono Jens Lehmann (Arsenal FC), Robert Enke (Hannover 96) e René Adler (Bayer 04 Leverkusen).

Ritiratosi Oliver Kahn, il titolare sarà Jens Lehmann che all'Arsenal si è decisamente affermato e offre ampie garanzie. Tenuto a casa Wiese del Werder Brema (forse anche per il brutto fallo su Olic), gli estremi difensori di riserva saranno Enke e Adler, due ragazzi che hanno ben figurato nella scorsa Bundesliga.

Avanti a Lehmann un manipolo di ottimi difensori e cioè Christoph Metzelder (Real Madrid CF), Per Mertesacker (Werder Bremen), Philipp Lahm (FC Bayern München), Arne Friedrich (Hertha BSC Berlin), Marcell Jansen (FC Bayern München), Clemens Fritz (Werder Bremen) e Heiko Westermann (FC Schalke 04).

Anche qui, ci dovrebbero essere pochi dubbi: la coppia centrale sarà la stessa di due anni fa. Il madrileno Metzelder sarà coadiuvato da Mertesacker, un duo solido e con molti centimetri. Sulla fascia è sicuro di un posto Lahm, che di regola gioca a sinistra ma che potrebbe spostarsi a destra per lasciar spazio a Jansen sulla corsia mancina; altrimenti Lahm a sinistra e Friedrich a destra (in alternativa è arruolabile anche Hitzlsperger). Insomma, a parte qualche piccolo dubbio sugli out, i quattro di difesa sono per il 75% già noti.

Al centro del campo opereranno Michael Ballack (Chelsea FC), Thomas Hitzlsperger (VfB Stuttgart), Simon Rolfes (Bayer 04 Leverkusen), Torsten Frings (Werder Bremen), Bastian Schweinsteiger (FC Bayern München), Piotr Trochowski (Hamburger SV), Tim Borowski (Werder Bremen) e David Odonkor (Real Betis Balompié).

Le sorprese non saranno molte neanche in questo settore del campo: come tenere fuori Ballack in mezzo al campo o Schweinsteiger sulla sinistra? Gli altri due posti dovrebbero appartenere a Frings, quantità e qualità nella zona mediana, e a Odonkor (ma Fritz è pronto a scalzarlo), che sulla destra ha più che convinto nelle ultime amichevoli. Borowski è la prima scelta per sostituire uno dei due centrali.

Il potenziale offensivo è affidato a ottimi giocatori: Miroslav Klose (FC Bayern München), Lukas Podolski (FC Bayern München), Mario Gómez (VfB Stuttgart), Kevin Kuranyi (FC Schalke 04) e Oliver Neuville (VfL Borussia Mönchengladbach).

Klose è la stella del reparto offensivo: nell'ultima amichevole contro la Serbia è stato tenuto precauzionalmente a riposo per un dolorino alla caviglia, ma il prossimo 8 giugno non dovrebbe avere problemi a giocare contro la Polonia. Chi al suo fianco? Löw apprezza molto Podolski ma non è scontato sia sempre titolare; Gómez ha fatto più che bene con lo Stoccarda, Kuranyi si è battuto in Champions ed è stato molto utile nelle qualificazioni, Neuville ha segnato il gol dell'1-1 nella recente amichevole contro la Serbia (poi finita 2-1 con gol della vittoria di Ballack). Insomma, imbarazzo della scelta, non può che essere stimolante per tutti loro.

La Germania viene data sempre per finita e poi risorge con nuovi e giovani talenti: questo gruppo è valido e nonostante la finale raggiunta ai Mondiali del 2002, 6 anni dopo i tedeschi sono ancora qui, molti volti nuovi e solite credenziali. Superare il primo turno, e tornare a vincere una partita in una fase finale dell'Europeo dopo 12 anni, dovrebbe essere facile e con l'incredibile tabellone voluto dalla Uefa pare sia spianata anche la strada per la finalissima del 29 giugno: toccherà al giovane e innovatore (almeno per quanto riguarda gli allenamenti) Jogi Löw dare le giuste motivazioni a un manipoli di calciatori affamati di ribalta e di vittorie. "E' sempre stato più di un assistente per me" ha detto di recente Klinsmann, prossimo allenatore del Bayern Monaco: se Ballack e Klose non lo tradiranno, per lui potrebbe davvero arrivare la soddisfazione Europea.

Gruppo B: Austria - Croazia - Germania - Polonia

Germania - 1 Jens Lehmann 2 Marcell Jansen 3 Arne Friedrich 4 Clemens Fritz 5 Heiko Westermann 6 Simon Rolfes 7 Bastian Schweinsteiger 8 Torsten Frings 9 Mario Gómez 10 Oliver Neuville 11 Miroslav Klose 12 Robert Enke 13 Michael Ballack 14 Piotr Trochowski 15 Thomas Hitzlsperger 16 Philipp Lahm 17 Per Mertesacker 18 Tim Borowski 19 David Odonkor 20 Lukas Podolski 21 Christoph Metzelder 22 Kevin Kuranyi 23 René Adler Ct: Joachim Löw


I 23 della Germania

I 23 della Germania


I 23 della Germania
I 23 della Germania
I 23 della Germania
I 23 della Germania
I 23 della Germania
I 23 della Germania
I 23 della Germania
I 23 della Germania
I 23 della Germania
I 23 della Germania
I 23 della Germania
I 23 della Germania
I 23 della Germania
I 23 della Germania
I 23 della Germania
I 23 della Germania
I 23 della Germania
I 23 della Germania
I 23 della Germania
I 23 della Germania
I 23 della Germania
I 23 della Germania
I 23 della Germania
I 23 della Germania
I 23 della Germania
I 23 della Germania
  • shares
  • Mail
10 commenti Aggiorna
Ordina: