Colpo del Genoa, è Bianchi il dopo Borriello


Sembra proprio che il Genoa abbia già trovato il degno erede di Marco Borriello tornato al Milan a vestire la casacca rossonera. Si tratta di Rolando Bianchi, di proprietà del Manchester City e quest'anno in prestito da Gennaio alla Lazio. Bianchi è un prodotto del vivaio atalantino. Ha esordito in Serie A molto giovane, a soli 18 anni nella stagione 2000-01 con la maglia nerazzurra dell'Atalanta, lanciato da Giovanni Vavassori nella sfida a Torino contro la Juventus persa per due reti ad una.

Con i bergamaschi nelle due stagioni successive ha inanellato altre 19 presenze in massima serie ma alla fine della stagione 2002-03 l'Atalanta retrocede in Serie B dopo lo spareggio con la Reggina. Nel 2003-04 gioca solo una partita, è infatti poco considerato da mister Mandorlini e nella sessione del calciomercato di gennaio viene ceduto in comproprietà al Cagliari di Reja, sempre in B, totalizzando 14 presenze e 2 goal, con cui ottiene la promozione in A.

Nel 2004-05 resta in Sardegna con un nuovo allenatore (Daniele Arrigoni) dove gioca 25 partite e mette a segno un solo goal, nella stagione 2005-06 viene riscattato dall'Atalanta, ma viene subito ceduto alla Reggina dove mette a segno un solo goal contro il Messina a causa di un brutto infortunio al ginocchio che lo tiene fuori a lungo. IL 2006/2007 è però il suo anno, riscattato dalla Reggina di Walter Mazzarri, infatti, Bianchi ha realizzato ben 18 reti portando la squadra dello Stretto a una salvezza che all'inizio dell'anno sembrava impossibile, a causa della penalizzazione di 11 punti. Insieme con Nicola Amoruso ha realizzato 35 gol, diventando così la coppia più prolifica del campionato 2006-07.

A fine stagione, dopo una lunga trattiva, viene ingaggiato dal Manchester City, squadra inglese allenata dall'ex allenatore di Lazio, Sampdoria e commissario tecnico dell'Inghilterra Sven Goran Eriksson, per circa 15 milioni di euro. La sua avventura inglese è poco fortunata, goal all'esordio e poi tanta panchina, quindi a Gennaio il trasferimento alla Lazio con la formula del prestito con diritto di riscatto, fissato a 12 milioni di euro, a lui 1 milione e mezzo a stagione. Il 27 febbraio 2008 in occasione della partita contro la Reggina Rolando realizza il suo primo goal da laziale su calcio di rigore. Milan, Parma e Juve vengono punite dall'attaccante biancoceleste che si ferma a quota 4 goal.

Il 4-3-3 di Gasperini si sposa perfettamente con le caratteristiche tecniche di Bianchi. Per questo il Genoa ha già parlato con il City e l'accordo sarebbe stato raggiunto sulla base di 10 milioni euro. Bianchi vuole giocare con continuità e il Genoa sembra fare al caso suo, ma il giocatore sembra avere offerte anche dal Wolfsburg di Barzagli e Zaccardo, dal Monaco e dal Toro, oltre a quelle di un paio di club spagnoli. E se alla fine fosse Pazzini l'erede di Borriello? Difficilmente Corvino lo permetterà, e poi Bianchi è davvero ad un passo dai grifoni.

  • shares
  • Mail
9 commenti Aggiorna
Ordina: