Italia, la vigilia presenta poche sorprese

Italia, la vigilia presenta poche sorprese

La paura ormai è passata, per fortuna Panucci non ha dovuto salutare il gruppo azzurro e sarà disponibile contro l'Olanda, allarme rientrato. Solo un piccolo fastidio durante l'allenamento ha fatto fermare l'esperto difensore che ha dichiarato: "Ho sentito un dolorino al ginocchio e mi sono voluto fermare, tutto per precauzione. Sto bene, mi fa male solo un po ma per lunedì sarò sicuramente a disposizione". Quindi buone notizie, confortanti per il gruppo che continua il suo lavoro in vista dell'esordio e questa volta a porte chiuse.

Ieri gli azzurri di Donadoni si sono trincerati e hanno svolto tutto il lavoro evitando sguardi indiscreti di possibili 007 olandesi. Un'ora di lavoro tattico con partitella finale sotto la pioggia, che ormai è la compagna fissa di questa avventura austriaca. Poche sono le sorprese nella futura formazione, Panucci che sembrava favorito sulla destra verrà sostituito da Zambrotta che quindi lascerà la sinistra a Fabio Grosso, centrali Materazzi-Barzagli. A centrocampo Gattuso e Pirlo sono gli intoccabili per il ct che per il terzo posto sulla mediana forse preferirà Daniele De Rossi a Massimo Ambrosini.

Naturalmente in attacco ci saranno Di Natale, Camoranesi e Toni. Donadoni ha rilasciato una breve ma decisa dichiarazione che fa capire lo spirito che lui vuole infondere ai suoi ragazzi: "Credo che sia importante affrontare sempre con grande stimolo, con grande determinazione e voglia ogni singola gara e puntare al massimo che si puo' ottenere". Proprio stamani gli azzurri si trasferiranno a Berna e alle 18 sosterranno l'allenamento di rifinitura allo Stade de Suisse. La prima si avvicina.

  • shares
  • Mail
3 commenti Aggiorna
Ordina: