Inter: Balotelli irriverente, il ragazzino vuole di più


Di Mario Balotelli, il ragazzino di origine ghanesi che parla bresciano, se n'è parlato già tanto: non ha neanche la maggiore età eppure pare un veterano sia in campo che fuori. Trascina l'Inter Primavera come fosse un marziano (oggi la finale scudetto contro la Sampdoria), tra i professionisti non lesina calci piazzati superbi, gol da fuoriclasse, corsa e qualche scorrettezza di troppo. Sui generis sul rettangolo verde, il baby-talento pare voglia avere anche una decorosa carriera di fronte a taccuini e giornalisti e le dichiarazioni recenti dimostrano la sfrontatezza di questo diciassettenne.

"Non mi sento l'Inter dentro" pare si sia fatto scappare secondo quanto riporta la Gazzetta dello Sport, aggiungendo che "non mi sento nemmeno un giocatore da squadre di metà classifica"; dunque non solo modelle molto più grandi di lui (come Keyla Espinoza) ma anche parole da persona che non ha timore di dire quello che pensa, magari per monetizzare un po'. I fratelli procuratori, infatti, spingono per un contratto a sei zeri e sono pronti a fare un bel tira e molla con la società di Via Durini per spillare quanti più soldi possibili a Moratti.

I nerazzurri vorrebbero garantirgli un contratto alla Pato, da 1,2 milioni di euro all'anno, ma le ambizioni del ragazzo sembra siano di più. E dal momento che c'è un Paperon de' Paperoni molto più spendaccione di Rockerduck Moratti (leggasi Roman Abramovich), i milioni richiesti da SuperMario per le sue, ammettiamolo, brillanti prestazioni potrebbero venir sganciati dal magnate russo. Il Chelsea infatti vuole fortissimamente il giocatore e l'impressione è che l'estate sarà rovente sull'asse Inter-Balotelli-Chelsea. A meno male che ancora non ha neanche la patente...

  • shares
  • Mail
36 commenti Aggiorna
Ordina: