Roma: conferenza stampa di Perrotta

Stavolta tocca a Simone Perrotta. Il simbolo della rinascita della Roma, tanto criticato l’anno scorso quanto amato quest’anno, esprime tutto il suo rammarico per quanto accaduto al capitano giallorosso. “Totti è l’unico vero leader della squadra, è il simbolo di questa città, nessuno di noi può sostituirlo. E’ capace di risolvere il match in qualsiasi

Stavolta tocca a Simone Perrotta. Il simbolo della rinascita della Roma, tanto criticato l’anno scorso quanto amato quest’anno, esprime tutto il suo rammarico per quanto accaduto al capitano giallorosso.

“Totti è l’unico vero leader della squadra, è il simbolo di questa città, nessuno di noi può sostituirlo. E’ capace di risolvere il match in qualsiasi momento, anche quando la vittoria può sembrare un risultato difficile da ottenere. In passato abbiamo giocato ottime partite anche senza Francesco, ma in cuor nostro sapevamo che sarebbe tornato per la gara successiva. Ora le cose sono diverse. Già dal derby lotteremo con il massimo impegno per lui, per noi e per i tifosi.”

Il mastino calabrese vuole essere presente anche col Bruges:

“Io sto dando il massimo, sempre. Il mister più volte si è preoccupato per la mia condizione atletica, ma sono stato io stesso a rifiutare un turno di riposo. Poi quando giochi bene e vinci, la stanchezza quasi non la senti.”

Simone spera in una strameritata convocazione per la Germania:

“Per me sarebbe bellissimo partecipare ai mondiali. Non è una cosa che succede tutti i giorni, sarei orgoglioso di far parte di questa nazionale.”