Europeo 2008: il punto sul primo turno, up & down



Con la partita di ieri sera tra Svezia e Grecia si è chiuso il primo turno del girone eliminatorio di questo finora insipido Euro 2008. Cosa si è visto in campo e quali le note interessanti da tener in conto per formulare un giudizio su queste prima battute dell'Europeo? Di match con poche emozioni se ne sono visti, basti pensare all'opening act tra la nazionale di casa Svizzera contro Repubblica Ceca, l'altro sonnolente scontro tra Austria e Croazia o la partita tra le nostre due rivali di girone Francia e Romania.

Finora non sembra si assista ad una competizione basata sul gioco di squadra e da ricordare per ora ci sono solo le ottime prestazioni di singoli giocatori che hanno sbrogliato matasse a volte intricate, vedi Ibrahimovic contro i greci campioni uscenti. Insieme allo svedese nerazzurro i complimenti devo esser fatti a Podolsky, Van Nistelrooy, Torres, Villa e Cristiano Ronaldo. Proprio Spagna e Portogallo infatti potremmo definirle le nazionali più in palla che sono scese in campo convinte della loro forza e che hanno offerto delle prestazioni con notevole spettacolo.

Ma dove sono finite le finaliste del mondiale di Germania? La Francia senza uno degno sostituto di Zidane e con la mancanza dei suoi italiani Philippe Mexès e David Trézéguet fa la figura della provinciale catenacciara, con i soli Ribéry e Benzema a fare bella figura.
Per l'Italia invece parlano i gol subiti nella partita d'esordio contro l'Olanda: ben tre, già uno in più dei totali subiti nell'intero torneo di Germania 2006 dalla formazione guidata dal c.t. Marcello Lippi!

Gli azzurri non hanno dimostrato di avere un gioco, le scelte di Roberto Donadoni erano discutibilissime persino prima che il match prendesse la piega disastrosa che tutti sappiamo. Su cosa puntare dunque? Un cambio di titolari sarebbe auspicabile e l'inserimento fin dal primo minuto di quei giocatori che vengono da una annata positiva sembra scontata: Alessandro Del Piero e Antonio Cassano su tutti. Sperare che il cielo sia azzurro sopra Vienna al momento è pura fantascienza ma la fantasia dei due numeri dieci italiani ci deve infondere fiducia.

  • shares
  • Mail
5 commenti Aggiorna
Ordina: