Italia-Romania 1-1: Buffon salva gli Azzurri, ma adesso è davvero dura


Dopo il disastroso esordio contro l'Olanda, solo un pari per l'Italia nel secondo match di questo Europeo con la Romania. Donadoni rivoluziona la formazione, cambiando ben cinque uomini: in difesa dentro Grosso e Chiellini, con Panucci spostato al centro; a centrocampo fiducia al duo romanista De Rossi-Perrotta; in attacco c'è Del Piero, che parte capitano per via del numero di presenze maggiore rispetto a quello di Buffon. (Fotogallery)

Gli Azzurri sembrano iniziare col piglio giusto, schiacciando gli avversari nella propria metà campo e la prima occasione capita sulla testa di Del Piero che manda sull'esterno della rete. Col passare dei minuti però i rumeni riescono ad uscire dal guscio e, al contrario del primo incontro con la Francia, nel quale non avevano praticamente mai tirato in porta, creano in sequenza tre clamorose occasioni, due sventate da un ottimo Buffon e la terza finita sul palo, dopo che Panucci devia improvvidamente un'innocua punizione di Chivu.

Si soffre, soprattutto a centrocampo, dove Pirlo delude molto e i due nuovi innesti, in particolare De Rossi, non riescono a far fare il salto di qualità sperato al reparto. Nel finale di frazione però due grandi occasioni per Perrotta e Toni, e una rete dello stesso attaccante del Bayern Monaco, annullata su segnalazione del guardalinee per un fuorigioco inesistente. Nel complesso un primo tempo abbastanza deludente, nonostante la difesa appaia decisamente più convincence rispetto al primo incontro, grazie alle buone prestazioni di Panucci e Chiellini, ma soprattuto di Grosso, spesso anche pericoloso in fase offensiva.

Nella ripresa gli uomini di Donadoni iniziano in maniera aggressiva, ma dopo nove minuti arriva la doccia fredda: clamoroso errore di Zambrotta, autore di una prestazione da dimenticare, che serve su un piatto d'argento la palla del vantaggio a Mutu. L'Italia reagisce però rabbiosamente, pareggiando quasi subito con Panucci, dopo una concitata azione in area di rigore. La rete sembra sbloccare gli Azzurri, che sfiorano il gol in almeno altre due occasioni, dopo l'ingresso di Antonio Cassano, vivace, anche se mai veramente decisivo.

Donadoni getta nella mischia anche Quagliarella, al posto di un Del Piero calato nettamente rispetto al primo tempo, ma l'impatto sulla gara dell'attaccante dell'Udinese è praticamente nullo, come anche quello di Ambrosini, inserito nel finale al posto di uno spento Camoranesi. Nel quarto d'ora finale ancora un'occasione per parte, con Grosso che si immola su un tiro di Petre e De Rossi che sfiora il gol di testa su uno splendido assist di Toni. A dieci minuti dal termine l'azione che avrebbe potuto far concludere anticipatamente l'avventura dell'Italia in questo Europeo: contatto tra Panucci e Niculae e l'arbitro, in maniera molto fiscale, assegna il rigore ai rumeni, ma Buffon si oppone da fuoriclasse al tiro di Mutu e rimanda tutto all'ultimo incontro con la Francia, dove comunque ai nostri potrebbe non bastare nemmeno la vittoria.

Il Tabellino e le Pagelle degli Azzurri:

Italia - Romania 1-1
54° Mutu (R), 57° Panucci (I)

Buffon 7,5; Zambrotta 4, Panucci 6,5, Chiellini 6,5, Grosso 7; Pirlo 5, De Rossi 5,5, Perrotta 5,5 (Cassano 6); Camoranesi 5,5 (Ambrosini s.v.), Del Piero 5,5 (Quagliarella s.v.), Toni 6

La fotogallery del match

La fotogallery del match
La fotogallery del match
La fotogallery del match
La fotogallery del match
La fotogallery del match
La fotogallery del match
La fotogallery del match
La fotogallery del match
La fotogallery del match
La fotogallery del match
La fotogallery del match
La fotogallery del match
La fotogallery del match
La fotogallery del match
La fotogallery del match
La fotogallery del match
La fotogallery del match
La fotogallery del match
La fotogallery del match
La fotogallery del match
La fotogallery del match
La fotogallery del match
La fotogallery del match
La fotogallery del match
La fotogallery del match

  • shares
  • Mail
114 commenti Aggiorna
Ordina: