Serie B, Finale Playoff: Lecce in A, ma l'Albinoleffe vende cara la pelle


Nell'ultimo atto di questo lunghissimo ed appassionante campionato cadetto, in programma al Via Del Mare di Lecce, non arrivano colpi di scena: i giallorossi pugliesi tornano nella massima serie dopo due stagioni di "purgatorio", per l'Albinoleffe invece solo la soddisfazione di un campionato straordinario, nel quale gli uomini di Madonna si sono battuti fino all'ultimo minuto di questi playoff, inseguendo il sogno impossibile di portare una piccola società di provincia nel gotha del calcio italiano.

Davanti ai trentamila entusiasti sostenitori (contro i soli tredici tifosi bergamaschi) che hanno affollato l'impianto della città salentina, il Lecce parte subito col piede sull'acceleratore, trovando il gol del vantaggio dopo soli dieci minuti, al termine di una splendido scambio tra i due attaccanti Tiribocchi e Abbruscato, concretizzato dallo stesso ex giocatore del Torino. Per l'Albinoleffe, già sconfitto di misura all'andata in casa, sembra il colpo del ko; i lombardi stentano a reagire e i padroni di casa si limitano a controllare fino al termine della prima frazione.

La ripresa comincia sulla falsariga del primo tempo: i bergamaschi non riescono ad imbastire una manovra convincente e nonostante l'inserimento di Bonazzi, che aumenta ulteriormente l'assetto offensivo della squadra, arrivano di rado dalle parti di Benussi, anche a causa della prestazione sottotono del bomber Cellini. Quando ormai la partita sembra trascinarsi stancamente verso la conclusione, arriva però il pareggio degli ospiti ad opera di Ruopolo, lesto ad infilare dopo un batti e ribatti in area avversaria.

La rete dà la scossa all'Albinoleffe, che schiaccia gli avversari nella propria metà campo, alla ricerca del gol necessario a rimandare tutto ai tempi supplementari; gol sfiorato in almeno due occasioni, con i salentini che però riescono a resistere, facendo esplodere la festa sugli spalti e in tutta la città pugliese.

Per i giallorossi una promozione meritata, visto il gioco concreto e allo stesso tempo spettacolare mostrato durante tutto l'arco della stagione, impreziosito dalle grandi giocate di un duo d'attacco di categoria superiore, per i bergamaschi la grande delusione al termine di un campionato, come già detto, comunque da incorniciare.

  • shares
  • Mail
7 commenti Aggiorna
Ordina: