Ancora tensione al processo Gea. Moggi a Baldini: "Buongiorno pezzo di merda!"

Lo scontro infinito tra i due al processo Gea dura ormai da molti mesi ma stavolta Moggi sembra essere andato oltre il consentito. Baldini racconta di essere stato minacciato fuori dall'aula, appena prima della convocazione del presidente del Tribunale Luigi Fiasconaro (l'ex dirigente romanista si è confrontato in aula con il calciatore Davide Baiocco riguardo alle presunte pressioni esercitate da Gaucci al giocatore per convincerlo a passare alla Gea).

La minaccia incriminata di Moggi a Baldini è stata trasmessa dallo stesso Baldini alla Procura della Repubblica che dovrà valutarla:


Mi ha detto "buongiorno pezzo di merda" e puntandomi il dito a pochi centimetri dal naso “Stai attento a te che finisce male”. Gli ho replicato dicendogli “Se fossi in te non aggraverei la tua posizione”.

La scena non è passata inosservata al giornalista del Corriere dello Sport, Ettore Intorcia, indicato da Baldini come uno dei testimoni. L'udienza, sospesa dal presidente Fiasconaro, è stata piuttosto movimentata ed i legali di Moggi avrebbero denunciato alla procura della Repubblica e alla procura federale, Stefano Antonelli, amministratore delegato del Torino calcio, parte civile nel processo Gea, per l'ipotesi di reato di istigazione a delinquere. La querela riguarderebbe la presunta pressione fatta da Antonelli al dirigente sportivo Mario Auriemma a denunciare lo stesso Moggi a Roma e a Napoli in cambio di favori e facilitazioni nei rapporti di lavoro. L'esposto non è stato però allegato agli atti del processo.

  • shares
  • Mail
36 commenti Aggiorna
Ordina: