Moggi il burattinaio, Rosella Sensi la marionetta

“Ora anche la Roma sta ai nostri ordini. Niente Zeman, ci mettiamo Spalletti“. La GEA (come molti già sapevano) negli ultimi tempi era di casa a Trigoria. Questo è quanto emerge da alcune intercettazioni telefoniche. Il piano consisteva nel rimuovere il ds Baldini (come poi è accaduto) per inserire qualche tempo dopo Moggi junior. Le



“Ora anche la Roma sta ai nostri ordini. Niente Zeman, ci mettiamo Spalletti. La GEA (come molti già sapevano) negli ultimi tempi era di casa a Trigoria. Questo è quanto emerge da alcune intercettazioni telefoniche.

Il piano consisteva nel rimuovere il ds Baldini (come poi è accaduto) per inserire qualche tempo dopo Moggi junior. Le manovre erano gestite anche grazie alla “mediatrice” Chiara Geronzi, dirigente GEA e giornalista del TG5, figlia di quel Cesare che aiutò più volte finanziariamente l’A.S. Roma. Nei discorsi di Lucianone, si parlava anche delle possibili cessioni di Mancini e Cassano (mai avvenute) e dell’elezione di Carraro.

Alla prossima puntata della storia infinita…

I Video di Blogo

Cristiano Ronaldo live su Instagram: “Quel signore dall’Italia che dice bugie…”