Juve-Mezzocorona 7-1: cinquina di Amauri, ottimo Ekdal

Non poteva esserci esordio migliore per Amauri in bianconero e probabilmente nemmeno il tifoso più ottimista avrebbe potuto immaginare il brasiliano così scatenato: 5 marcature in soli 45 minuti e tutte di pregevole fattura. Come al solito la Juventus ha aperto la sua stagione contro il Mezzocorona, squadra di serie C2, che sicuramente non è



Non poteva esserci esordio migliore per Amauri in bianconero e probabilmente nemmeno il tifoso più ottimista avrebbe potuto immaginare il brasiliano così scatenato: 5 marcature in soli 45 minuti e tutte di pregevole fattura. Come al solito la Juventus ha aperto la sua stagione contro il Mezzocorona, squadra di serie C2, che sicuramente non è un avversario proibitivo, Ranieri da questa partita ha comunque potuto trarre delle indicazioni molto utili e non solo riguardo al brasiliano ex del Palermo.

Molti erano gli assenti nella Juve di oggi, mancavano Sissoko per un infortunio rimediato con la nazionale, Marchionni e Tiago a causa di un affaticamento muscolare e Trezeguet che è a Parigi per un lieve problema al tendine rotuleo. Ovviamente assenti anche i giocatori ancora in vacanza post-europeo, in pratica tutti gli azzurri più Mellberg e Grygera aggregatisi soltanto oggi al gruppo di Ranieri.

Il primo gol della partita e di Amauri arriva dopo 15 minuti quando, imbeccato da Salihamidzic, di destro piazza la palla sul palo più lontano, tre minuti dopo arriva la doppietta con uno splendido diagonale. Per la tripletta bisogna aspettare il 32°, Molinaro crossa in mezzo e il brasiliano conclude con una girata acrobatica. Il gol del poker è quello più facile, lo realizza infatti a porta spalancata dopo un acrobazia di Iaquinta e lo stesso attaccante gli serve la palla del 5-0, Amauri pensa bene di insaccare di tacco questa volta.

Gli mancava solo il gol di testa e forse ci sarebbe riuscito a realizzarlo se ad inizio secondo tempo, proprio in acrobazia aerea, non si fosse scontrato con un difensore rimediando un taglio all’arcata sopraciliare che lo ha costretto ad abbandonare il campo. Dicevamo comunque che per Ranieri buone notizie sono arrivate anche da altri giocatori primo fra tutti Nedved. Il ceco, come un giovane all’esordio nel calcio che conta, si sciroppa tutti i 90 minuti mescolando, come al solito, quantità e qualità.

La sorpresa più bella però forse è stata rappresentata dal giovanissimo Albin Ekdal. Lo svedese, dotato di un fisico statuario nonostante la sua età, ha mostrato una grande visione di gioco a centrocampo affiancato dal solito inestimabile Zanetti. Il ragazzo avrebbe anche potuto festeggiare il suo primo gol in bianconero ma il suo destro dalla distanza si è stampato sul palo, ma non c’è fretta, avrà tempo per dimostrare tutto il suo valore.

Nel secondo tempo Ranieri ha dato spazio ai giovani e alla fine la partita si è conclusa con il risultato di 7-1 grazie alle reti dei bianconeri Pasquato e Esposito e la gol della bandiera per il Mezzocorona di D’Acampo. Dopo i primi 90 minuti la Juve ha dimostrato se non altro di aver voglia di fare sul serio fin dall’inizio, gli avversari non erano certo del livello di quelli che si troverà di fronte nei prossimi mesi, ma se il buon giorno si vede dal mattino Ranieri non può che essere soddisfatto.

I Video di Calcioblog

Ultime notizie su Amichevoli

Tutto su Amichevoli →