Mondiali 2018: la Russia ha ufficializzato le 11 città ospitanti

La Russia e la Fifa hanno annunciato ieri la lista delle città e degli stadi che ospiteranno i mondiali del 2018. In tutto saranno 12 gli impianti che verranno utilizzati, dislocati in 11 città con Mosca che ne offrirà due, la decisione definitiva deriva dalla scrematura di una prima selezione di cui facevano parte 16 stadi per 13 città. La capitale offrirà lo stadio Luzhniki, impianto olimpico costruito nel 1956, ma più volte ammodernato, e che ha ospitato le Olimpiadi del 1980, attualmente è la casa del CSKA Mosca e dello Spartak Mosca. Il secondo impianto della capitale sarà proprio il futuro nuovo stadio dello Spartak, club che avrà una casa tutta sua per la prima volta nei suoi 90 anni di storia. I lavori di costruzione sono iniziati nel 2010 e dovrebbe essere pronto per la fine dell'anno. Bocciato il nuovo stadio della Dinamo così come quello che si sarebbe dovuto costruire a Podolsk, città che fa parte della regione di Mosca.

Oltre a Mosca le altre città prescelte sono San Pietroburgo, Sochi, Kazan, Samara, Niznij-Novgorod, Ekaterinburg, Rostov, Volgograd, Kaliningrad e Saransk, sono state escluse Iaroslav e Krasnodar. Oltre al Luzhniki l'unico stadio che non sarà costruito da zero sarà quello di Ekaterinburg, nella città degli Urali verrà infatti ammodernato il vecchio Uralmash Stadium. Molti degli impianti che dovranno essere disponibili nel 2018 sono già in costruzione: è il caso della nuova casa dello Zenit a San Pietroburgo o dello stadio Olimpico di Sochi, città sul Mar Nero che nel 2014 è attesa da un altro grande evento è cioè le Olimpiadi Invernali. Tutto nuovo anche lo stadio di Kazan che ospiterà il Rubin, un gioiellino da 45 mila posti che sarà inaugurato nel 2013.

Alla cerimonia di presentazione era ovviamente presente Joseph Blatter che si è detto convinto che la Russia riuscirà ad organizzare uno dei migliori mondiali della storia. Con il ministro dello sport russo Vitali Moutko era presente anche un pezzettino d'Italia, il nostro paese è stato infatti rappresentato da Fabio Capello che della Russia, paese ospitante, è in questo momento il commissario tecnico. Ieri sono stati svelati anche i dettagli circa le sedi delle partite più importanti e cioè le finali e le semifinali: le migliori quattro si contenderanno l'accesso alla finalissima negli impianti di San Pietroburgo e Mosca, nel nuovo stadio dello Spartak, mentre l'atto conclusivo del torneo si giocherà l'8 luglio 2018 allo stadio Luzhniki che sarà capace di ospitare 90.000 persone.

Ecco la lista completa degli stadi di Russia 2018 con i dettagli sulla capienza e sullo stato di avanzamento dei lavori:

Mosca - Luzhniki (89.318 spettatori, da ristrutturare)
Mosca - Spartak Stadium (42.000 spettatori, in costruzione, sarà completato entro la fine dell'anno)
San Pietroburgo - New Zenit Stadium* (69.500 spettatori, in costruzione, doveva essere già pronto nel 2011, la nuova data di apertura è ora il 2015)
Kaliningrad - Kaliningrad Stadium* (45.015 spettatori, i lavori di costruzione non sono ancora cominciati)
Kazan - New Rubin Kazan Stadium* (45.000 spettatori, in costruzione, sarà completato nel 2013)
Nizhny Novgorod - Nizhny Novgorod Stadium* (44.899 spettatori, i lavori di costruzione non sono ancora cominciati)
Samara - Samara Stadium* (44.918 spettatori, i lavori di costruzione non sono ancora cominciati)
Volgograd - Volgograd Stadium* (45.015 spettatori, i lavori di costruzione non sono ancora cominciati)
Saransk - Yubileyniy Stadium (45.015 spettatori, in costruzione, sarà completato entro la fine dell'anno)
Rostov-on-Don - Rostov-on-Don Stadium* (43.702 spettatori, i lavori di costruzione non sono ancora cominciati)
Sochi - Fisht Olympic Stadium (47.659 spettatori, in costruzione, la data di apertura prevista è aprile 2013)
Ekaterinburg - Uralmash Stadium* (44.130 spettatori, da ristrutturare)

* nomi provvisori

  • shares
  • Mail