Terrore per Mexes: gli rubano l’auto con a bordo la figlia

Momenti di grande paura per il difensore della Roma Philippe Mexes e per la sua famiglia, ieri nella tarda serata, nei pressi di Roma. Era quasi la mezzanotte quando, due criminali armati di pistole hanno aggredito il calciatore francese per derubarlo dell’auto, un SUV Mercedes.Il giallorosso ha coraggiosamente reagito all’aggressione e ne è seguita una

di



Momenti di grande paura per il difensore della Roma Philippe Mexes e per la sua famiglia, ieri nella tarda serata, nei pressi di Roma. Era quasi la mezzanotte quando, due criminali armati di pistole hanno aggredito il calciatore francese per derubarlo dell’auto, un SUV Mercedes.

Il giallorosso ha coraggiosamente reagito all’aggressione e ne è seguita una collutazione, in cui i malviventi hanno avuto la meglio, impadronendosi dell’auto e scappando a tutta velocità. Ma a terrorizzare Mexes e consorte, il fatto che, sul sedile posteriore della Mercedes, sedeva la loro piccola, Eva, probabilmente addormentata.

Subito in allarme le forze dell’ordine che hanno dato giustamente parlato di furto con ostaggio. Dopo circa quindici minuti, forse accortisi della presenza della bimba, i ladri hanno abbandonato il SUV, ritrovato successivamente da una donna che, vista la portiera stranamente aperta, si è avvicinata e, constatata la presenza della bambina ha chiamato la polizia.

Incubo finito in fretta quindi, con il giocatore e la moglie che, insieme all’altro figlio, hanno riabracciato la piccola Eva, 2 anni, dopo pochi ma interminabili minuti di ansia e paura. Fortunatamente, almeno in questo caso, c’è il lieto fine.