Cassano da sogno è il simbolo di questa Inter: 4 gol in 6 partite, mai un'inizio di stagione così positivo

Antonio Cassano protagonista assoluto anche contro la Fiorentina con il gol del 2-0 e tante giocate sublimi, l'inizio di stagione del barese è stato fino ad ora assolutamente eccezionale. In sei apparizioni ha già messo a segno 4 gol, in pratica è rimasto a secco soltanto all'esordio contro il Pescara, in cui comunque sfornò l'assist per il secondo gol interista, e contro il Siena, quando nemmeno lui riuscì ad impedire il naufragio dei nerazzurri. Con la maglia del Milan, dal gennaio 2011 fino all'addio consumatosi quest'estate, di gol è riuscito a farne in tutto otto, quattro per stagione, cambiando sponda dei Navigli ci ha messo poco più di un mese a eguagliare i numeri in rossonero. Si fregherà le mani Stramaccioni che fin dal primo giorno ha accolto a braccia aperte l'attaccante che sta ripagando la sua fiducia andando ben oltre ogni più rosea aspettativa.

Quello che più impressiona è il modo di giocare di Fantantonio, il barese è il punto di riferimento più importante nell'attacco interista, riuscendo a essere più decisivo anche di Milito fermo ancora a quota 3 gol, cifra raggiunta stasera grazie al calcio di rigore trasformato contro Viviano. Le sue prestazioni fino ad ora sono state sempre sopra la sufficienza, al di sotto ci è sceso solo contro la Roma, partita in cui comunque non si sottrasse al proprio lavoro mettendo a segno il gol del provvisorio pareggio nerazzurro. Il meglio di sé fino ad ora lo ha dato quando non era in campo Sneijder, come stasera, a sottolineare come potrebbero esserci alcuni problemi di compatibilità con l'olandese, ma di questo se ne occuperà l'allenatore a tempo debito.

Quest'estate molti si sono interrogati su chi tra Milan e Inter avesse fatto l'affare nello scambio Cassano-Pazzini. Forse è un po' presto per trarre conclusioni definitive, per il momento però di dubbi ce ne sono pochi: il Pazzo si è presentato ai suoi nuovi tifosi con la tripletta rifilata al Bologna e subito tutti a parlare di giocatore ritrovato, di affare fatto da Galliani. Il milanista è ancora fermo a quei tre gol e insieme al resto della sua squadra prova a trovare una via d'uscita dalla mini crisi di inizio stagione, Cassano trascina con le sue giocate e a suon di gol la banda di Stramaccioni. Ma più importante è che il barese pare sia tornato a divertirsi, senza il bisogno degli eccessi che hanno caratterizzato la sua carriera. Continuando su questa strada la risposta al tormentone estivo non sarà più tanto difficile da trovare.

Foto | © TMNews

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: