Cellino pensa all’erede di Ficcadenti

La sconfitta del Cagliari nel finalmente agibile Is Arenas non è andata giù a Cellino: Ficcadenti verso l’esonero.

Le voci sostanzialmente più rassicuranti per il futuro dell’allenatore del Cagliari Massimo Ficcadenti sembrano già essersi affievolite. Nonostante infatti anche l’esperto di calcio Di Marzio avesse sostenuto a Sky che il tecnico rossoblu non aveva la panchina traballante, sembra che nel frattempo qualche gamba sia crepata e Ficcadenti è sulla via per togliere il disturbo.

Non è ancora stata data l’ufficialità della notizia, ma si pensa che arrivi contestualmente alla nomina del nuovo tecnico. Una notizia che era ormai nell’aria, a seguito della sconfitta del Cagliari in casa contro il Pescara. Forse Cellino fin ora aveva dato anche le attenuanti psicologiche in relazione allo stadio, ma ora che l’Is Arenas è finalmente agibile e il pubblico ha potuto scaldare i suoi beniamini, le scuse sono finite.

Come di consueto parte quindi il totoallenatore, incominciando dalla descrizione di ciò che serve ora la Cagliari. Le capacità attualmente necessarie al prossimo allenatore rossoblu sono un carattere tranquillizzante e soprattutto il fiuto tecnico per rimettere in quadro gli elementi chiave della squadra in modo che esprimano la loro qualità e si rivelino utili alla risalita e alla rincorsa salvezza. Come spesso accade, Cellino crede parecchio nelle potenzialità della squadra e la rinascita dipende totalmente dal giusto coordinatore d’orchestra che sia in grado di armonizzare lo strumento che ha.

I nomi che si articolano sono anche troppi, ma due sembrano essere i più plausibili. Si tratta di Edy Reja e Delio Rossi. Il primo ha già il bel precedente di aver risollevato la Lazio nel 2010 riportandola anche a livelli Europei. Proprio questo salto di qualità però potrebbe portare il tecnico di origine slovena a attendere la chiamata di squadre dalle ambizioni più internazionali. Delio Rossi, invece, è in cerca di riscatto dopo il caratteristico episodio in cui si avventò contro lo strafottente Ljajic dividendo la critica tra chi gli dava torto e chi ragione.

Tra le opzioni meno probabili si fanno invece i nomi di Diego Lopez, l’ex difensore del Cagliari che potrebbe passare ora dall’allenare la primavera a cimentarsi nella prima squadra, Arrigoni, Costacurta e Ballardini. Per quest’ultimo, nonostante il divorzio già avvenuto con i rossoblu, tifosi e giocatori ne portano un bel ricordo e con Cellino tutto potrebbe risolversi scordando insieme il passato per conquistare il futuro.

Foto | © TM News