Moggi “tradito” da Galliani, anzi no, forse…

Piccantissime novità sul caso “intercettazioni telefoniche”. In un’ intervista rilasciata da Luciano Moggi a QN se ne sentono delle belle: “A settembre incontrai il presidente Berlusconi e lui mi propose di passare al Milan. Poi, entusiasta del progetto, raccontò tutto a Galliani che non la prese bene. Dopo due settimane uscirono fuori le prime intercettazioni.”



Piccantissime novità sul caso “intercettazioni telefoniche”. In un’ intervista rilasciata da Luciano Moggi a QN se ne sentono delle belle:
“A settembre incontrai il presidente Berlusconi e lui mi propose di passare al Milan. Poi, entusiasta del progetto, raccontò tutto a Galliani che non la prese bene. Dopo due settimane uscirono fuori le prime intercettazioni.”

L’ex ds bianconero continua:

“Adriano aveva promesso il posto di designatore a Collina e così decisero di far fuori anche Pairetto. Non sono stato l’unico a parlare con gli arbitri. Lo facevano tutti i dirigenti delle società, basta chiedere a Meani e Facchetti. L’unica mia preoccupazione era quella di garantire alla Juve arbitraggi imparziali.”

Ma poco dopo le smentite dell’avvocato di Moggi, Fulvio Gianaria:

“Queste dichiarazioni non sono mai state rilasciate.” Questo è quanto dichiarato in diretta telefonica al Tg1. QN, neanche a dirlo, non è della stessa opinione…

I Video di Calcioblog