Diego Lopez sulla panchina del Cagliari

Ficcadenti firma le dimissioni e si prepara il nome nuovo: Diego Lopez.



Nonostante Ficcadenti non sia ancora ufficialmente fuori, è dato ormai per acquisito la notizia che ieri il tecnico dei rossoblu ha dato le sue dimissioni. Nulla di sconcertante ovviamente, visto che già da ieri la voce della sua partenza aveva già fornito adito alle prime ipotesi di successione come prossimo allenatore del Cagliari.

Data per maggiormente certa la scelta di uno tra Edy Reja e Delio Rossi, sembra che in questo caso il terzo che ne godrà sarà Diego Lopez, fedelissimo del Cagliari fin dal 1998, quando approdo direttamente dalla Spagna, di cui ha passaporto. I rossoblu sembrano quindi decidere per la soluzione più vicina anche se più rischiosa, dato che a differenza degli altri concorrenti in ballo l’uruguayano non ha moltissima esperienza come allenatore.

Una scelta di cuore si direbbe infatti, quasi a premiare la fedeltà di un giocatore che ha giocato nel Cagliari per ben 12 stagioni come arcigno difensore e nei suoi ultimi due anni diventato capitano. Finita la carriera come cagliaritano, il suo club gli ha anche permesso di iniziare la sua carriera da allenatore proprio da quest’anno, per la primavera della squadra. E ora di già promosso in prima.

La carriera fulminante di Diego Lopez ha però per ora una piccola pecca. La scalata è stata così veloce che l’ex capitano non ha ancora le carte in regola per allenare una squadra di serie A. Infatti non possedendo il patentino richiesto e ad affiancare Lopez nel suo operato ci sarà una figura che invece il patentino ce l’ha: Ivo Pulga. Anche lui con un passato nel Cagliari, ha già allenato le giovanili del Modena.

Certo, tra tutti e due non sommano ugualmente una grande esperienza nelle massime serie, ma a volte le scelte di cuore danno più ragione di quelle più studiate.

Foto | © TM News