Riflessioni viola…

Il bel gioco se n’è andato, le vittorie pure. Era prevedibile e non ci si poteva aspettare altrimenti, la rosa è corta e i viola hanno incominciato ad accusare un pò di stanchezza. L’unica nota veramente positiva è il sorpasso della Roma. Questa massacrante caccia alla lepre, questa lotta “psicologica” domenica dopo domenica ha pesato

Il bel gioco se n’è andato, le vittorie pure. Era prevedibile e non ci si poteva aspettare altrimenti, la rosa è corta e i viola hanno incominciato ad accusare un pò di stanchezza. L’unica nota veramente positiva è il sorpasso della Roma. Questa massacrante caccia alla lepre, questa lotta “psicologica” domenica dopo domenica ha pesato sul morale dei giocatori e dei tifosi fino a diventare un vero e proprio incubo. I giallorossi sono in una forma strepitosa, calcio champagne, grappoli di gol e per ora meritano ampiamente il quarto posto.
Spalletti (insieme a Prandelli) è uno dei tecnici emergenti del campionato Italiano è sta valorizzando in maniera strepitosa i giovani quanto i veterani. Di conseguenza tanto di cappello (e non di “Capello”) ai giallorossi e un augurio a Francescone Totti che si rimetta presto.

Per quanto rigurda la Fiorentina, parlano le 4 pappine rifilate dai cugini Livornesi e dai ben organizzati Laziali.
L’unica nota positiva in questa valle di lacrime è il ritorno al gol di Bojinov. Valeri ha lottato come un leone su ogni pallone dimostrando una forma strepitosa. Che abbia fatto bene la “punizione” inflittagli dalla società qualche settimana addietro? Se si, ci mandiamo qualcun altro?