Grosso fallisce dal dischetto, Supercoppa di Francia al Bordeaux

Il Bordeaux di Laurent Blanc conquista per la seconda volta nella sua storia la Supercoppa di Francia, battendo ai calci di rigore i campioni nazionali del Lione e interrompendo una serie di sei successi consecutivi nella manifestazione dei rossoblù lionesi. I girondini nonostante abbiano rinunciato all’impiego del duo d’attacco formato da Bellion e dal Torito


Il Bordeaux di Laurent Blanc conquista per la seconda volta nella sua storia la Supercoppa di Francia, battendo ai calci di rigore i campioni nazionali del Lione e interrompendo una serie di sei successi consecutivi nella manifestazione dei rossoblù lionesi.

I girondini nonostante abbiano rinunciato all’impiego del duo d’attacco formato da Bellion e dal Torito Cavenaghi, si sono mostrati più intraprendenti dei propri avversari, meritando il successo nonostante non siano riusciti a sbloccare lo 0-0 nei novanta minuti regolamentari.

Ottima invece la prestazione dell’ex milanista Gourcuff, in campo dal primo minuto. Deludente la prova del Lione che non ha quasi mai impensierito il portiere avversario, al contrario del proprio estremo difensore Lloris, costretto agli straordinari.

La sfida si è decisa come detto ai calci di rigore, con la compagine acquitana che ha prevalso grazie agli errori dal dischetto del brasiliano Cris e dell’azzurro Fabio Grosso, eroe dal dischetto nella finale mondiale di due anni fa contro i francesi di due anni fa e ora protagonista in negativo della sconfitta dei suoi.