Trofeo Pirelli: buona Inter all’Allianz Arena, Mancini stende il Bayern

In quella che era stata definita una prova generale in vista della prossima Champions League, la nuova Inter di José Mourinho, si aggiudica il Trofeo Pirelli (intitolato in questa occasione al grande Franz Beckenbauer), battendo per 1-0 i Campioni di Germania del Bayern Monaco all’Allianz Arena. Il tecnico portoghese schiera un 4-3-3 con Mancini e


In quella che era stata definita una prova generale in vista della prossima Champions League, la nuova Inter di José Mourinho, si aggiudica il Trofeo Pirelli (intitolato in questa occasione al grande Franz Beckenbauer), battendo per 1-0 i Campioni di Germania del Bayern Monaco all’Allianz Arena. Il tecnico portoghese schiera un 4-3-3 con Mancini e Figo a fare da spalla al ritrovato Adriano e prova l’esperimento Cambiasso al centro della difesa, viste le molte assenze per infortunio nel reparto arretrato.

Il primo tempo è piuttosto noioso e scivola via senza grandi emozioni, con il pubblico di casa che non gradisce la prestazione dei suoi beniamini e fischia sonoramente i giocatori e il tecnico Jürgen Klinsmann. Nella ripresa, nerazzurri in vantaggio dopo sei minuti: splendido assist di Figo per il brasiliano ex Roma, che controlla perfettamente e batte l’estremo difensore avversario con un tocco delizioso. Dopo il vantaggio l’Inter si difende con ordine e punge in contropiede, sfiorando anche il raddoppio in un paio di circostanze.

La difesa regge molto bene e Toldo sfodera una prestazione degna dei suoi anni migliori, salvando il risultato in almeno due occasioni su Kroos e Lucio. Nel complesso per i milanesi una prestazione non esaltante, ma nettamente migliore di quelle offerte la scorsa settimana nel Trofeo Tim contro Juventus e Milan. La tournée europea dei nerazzurri proseguirà ora in Olanda, dove gli uomini di Mourinho affronteranno Ajax e Siviglia, poi si chiuderà con il Benfica.

Il tecnico lusitano si è dichiarato molto soddisfatto della prestazione dei suoi, soprattutto per quelle di Cambiasso al centro della difesa e di Adriano in attacco (apparso molto tonico, nonostante sia stato poco pericoloso) e per la gestione del vantaggio, dopo il quale l’Inter è riuscita a rintuzzare quasi sempre efficacemente le offensive degli avversari in cerca del pari.

Ultime notizie su Amichevoli

Tutto su Amichevoli →