Continua la polemica a distanza tra Ranieri e Mourinho

La giornata di ieri ha visto un altro scambio di battute a distanza tra i “contendenti” Claudio Ranieri e José Mourinho, già protagonisti nei giorni scorsi di una polemica nel solco della tradizionale rivalità tra Juventus e Inter. La replica del tecnico romano dei bianconeri, definito “vecchio” da Mourinho non si è fatta attendere, Ranieri


La giornata di ieri ha visto un altro scambio di battute a distanza tra i “contendenti” Claudio Ranieri e José Mourinho, già protagonisti nei giorni scorsi di una polemica nel solco della tradizionale rivalità tra Juventus e Inter. La replica del tecnico romano dei bianconeri, definito “vecchio” da Mourinho non si è fatta attendere, Ranieri ha infatti dichiarato da Londra, dove la squadra è rimasta in vista dell’impegno odierno con il Manchester United:

E’ una baruffa estiva, le sue parole vanno prese per quelle che sono. Ha fatto vedere subito personalità, chiarezza e il suo stile. Ecco cosa pensa dei suoi colleghi. Lo posso capire, dopotutto è venuto in Italia al posto di Mancini, nella squadra che ha vinto gli ultimi 2 scudetti. A lui hanno chiesto di vincere tutto e subito, con il bel gioco. Io dall’alto dei miei 70 anni ho una certa saggezza e sarò il primo a complimentarmi con lui.


Ma il vulcanico allentore dei nerazzurri non poteva certo perdere l’occasione per dire l’ultima parola sulla questione, e da Monaco di Baviera, dove i suoi hanno battuto per 1-0 i padroni di casa del Bayern nel Trofeo Pirelli, ha risposto, sembra con l’intenzione di chiudere la lite:

La storia è semplice, Ranieri ha parlato una volta ed è stato felice, poi ha parlato una seconda volta ed è stato felice, dopo ha parlato una terza volta, ed è stato ancora più felice. Io ho parlato una volta sola e lui si è un po’ arrabbiato. Se vogliamo finire qui per me va benissimo. Tre a uno per lui, ma il mio gol è stato bellissimo. Perdere tre a uno non piace a nessuno ma va bene così, accetto la sconfitta. Comunque nel preliminare di Champions League io tiferò per la Juventus e per Ranieri.

Staremo a vedere se queste saranno le ultime parole di questo lungo battibecco a distanza, l’unica cosa certa è che il Derby d’Italia quest’anno promette più che mai scintille.