Cristiano Ronaldo: “Resto al Manchester”

Si è finalmente chiusa la più lunga telenovela di questo calciomercato estivo: il fuoriclasse portoghese del Manchester United, Cristiano Ronaldo (Fotogallery), rimarrà ai Red Devils anche per la prossima stagione. Saltato dunque il suo possibile trasferimento in Spagna, al Real Madrid, squadra per la quale il giocatore aveva espresso le sue preferenze, aprendo una lunga


Si è finalmente chiusa la più lunga telenovela di questo calciomercato estivo: il fuoriclasse portoghese del Manchester United, Cristiano Ronaldo (Fotogallery), rimarrà ai Red Devils anche per la prossima stagione. Saltato dunque il suo possibile trasferimento in Spagna, al Real Madrid, squadra per la quale il giocatore aveva espresso le sue preferenze, aprendo una lunga polemica con la società inglese, per nulla intenzionata a rinunciare alle sue prestazioni.

In un’intervista rilasciata al quotidiano sportivo spagnolo Marca l’attaccante ha infatti messo la parola fine alla querelle con il suo club di appartenenza e col suo allenatore Sir Alex Ferguson, con il quale i rapporti erano stati piuttosto tesi nelle ultime settimane, ammettendo anche le sue colpe relative alla vicenda. Ronaldo ha infatti dichiarato ai giornalisti iberici:

Sir Alex Ferguson ha ascoltato i miei argomenti, io i suoi, e abbiamo convenuto che la cosa migliore per entrambi è che io rimanga. Quindi posso confermare che, nella prossima stagione, giocherò per il Manchester United e prima che qualcuno dica o scriva che lo faccio controvoglia, voglio chiarire che chi lo scrive o lo dice mente, lo farò con lo stesso attaccamento alla maglia di sempre. Sono stato io a creare il caso, sempre io ad esprimere pubblicamente il desiderio di andare al Real Madrid. In maniera involontaria, sono stato il responsabile del rapporto conflittuale tra i due club. Per qualche tempo, ho desiderato che il Manchester desse il via libera alla mia cessione. Se dicessi il contrario, mentirei agli altri e alla mia coscienza.

Da Madrid non si è fatta attendere la risposta delle Merengues, arrivata per bocca del tecnico Berndt Schuster, che ha commentato seccamente “rispettiamo la sua decisione perché è libero di fare ciò che vuole“. Il discorso sembra quindi ormai chiuso, almeno per ora, ma c’è da scommettere che durante la prossima estate ne vedremo di nuovo delle belle.