Juventus-Shakhtar 1-1 | Telecronache Zuliani e Cucchi | Video

Juventus-Shakhtar 1-1 commentata da Claudio Zuliani, telecronista tifoso dei bianconeri e da Riccardo Cucchi, radiocronista della Rai.

di antonio

La Juventus non riesce a centrare la prima vittoria di questa Champions League, ma oltre ai demeriti della formazione bianconera bisogna rendere merito alla squadra di Mircea Lucescu e ad alcuni calciatori molto interessanti visti all’opera allo Juventus Stadium (Willian, Mkhitaryan e Teixeira su tutti). Gli ucraini hanno messo in difficoltà la Vecchia Signora in svariate occasioni e l’atmosfera cupa di uno stadio ancora inviolato (era in atto uno sciopero del tifo) ha fatto il resto. Massimo Carrera a fine partita ha commentato la prestazione dei suoi giocatori: “Sicuramente siamo entrati un po’ timorosi, sapevamo che questo Shakhtar era difficile da incontrare, con giocatori forti, che facevano gioco. Siamo entrati un po’ contratti, abbiamo preso gol, siamo riusciti a recuperare subito, poi ce la siamo giocata alla pari, avendo occasioni noi e occasioni loro“.

Sul cambio di Vucinic e sugli impegni: “Sì, lo rifarei. Poteva essere utile, però a noi serviva anche una punta che marcasse Fernandinho perché era quello che faceva girare la squadra. Sia lui che Matri hanno fatto bene il primo tempo, poi erano un po’ stanchi, anche perché è la sesta partita in sedici giorni che facciamo, quindi abbiamo dato il cambio per cercare di fare qualcosa. Sicuramente con la coppa abbiamo meno tempo per lavorare, quindi questo è il problema, cerchiamo di farlo, ma l’anno scorso avevamo più tempo. Sappiamo che nel nostro girone ce la giochiamo fino alla fine“.

E sulla manovra stavolta poco fluida: “Non abbiamo avuto quella manovra fluida delle altre volte, avevamo fretta nel far girare tanto la palla. In Champions ci sono squadre forti e noi cerchiamo di fare il nostro meglio per cercare di arrivare il più lontano possibile. Turn over? Domani diamo una giornata libera ai ragazzi perché devono staccare anche mentalmente, poi da giovedì prepareremo la partita”.

Il tecnico degli ucraini Mircea Lucescu ha parlato con qualche rimpianto ai microfoni di Sky al termine della gara: “Non sono rammaricato, un punto contro la Juventus è un punto importante, ci permette di continuare a credere nella qualificazione. Non perdiamo da tantissime partite, non abbiamo paura di giocare dappertutto. Abbiamo fatto una grande partita, con gran possesso palla contro una squadra che corre tantissimo. Peccato, avremmo meritato di più perché le occasioni sono state nettamente a nostro favore. Siamo stati bravi a impostare la gara a partire dalla difesa. Ora abbiamo altre quattro gare da giocare, sicuramente crediamo nella qualificazione. Willian è molto conosciuto, era sul punto di andare al Chelsea e non ci è andato perché mancava l’accordo economico, è rimasto ed è un giocatore di grande talento. Ha solo 24 anni e può ancora crescere. Mkhitaryan è un giocatore molto intelligente tatticamente, ha messo in grande difficoltà Pirlo. Sono felice di aver fatto vedere a tutti che lo Shakhtar è una squadra che ci può stare a questi livelli“.


CLICCA QUI PER ASCOLTARE LA TELECRONACA DI CLAUDIO ZULIANI
_______________

Ultime notizie su Champions League

Tutto su Champions League →